A- A+
Roma
Non vedente fa la fila per la pensione. Poi al bar a leggere il giornale: denunciato

E’ un pensionato di 75 anni, la persona denunciata dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Latina per truffa aggravata ai danni dell’I.N.P.S. e falsità ideologica.
Era riuscito a far credere ai medici della A.S.L. di essere non vedente, ma il personale della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Latina lo ha scoperto dopo un’intensa attività di indagine, durata circa 8 mesi e partita da una segnalazione anonima pervenuta alla Questura della provincia laziale.
Nella missiva si faceva, infatti, riferimento ad un uomo che si era recato presso un Ufficio Postale della zona per effettuare delle operazioni.
L’anziano, con un bastone e accompagnato da una signora, in modo da  passare per non vedente, superava oltrettutto la fila, facilitato dalla sua presunta invalidità. Peccato che qualcuno lo aveva poi notato, una volta uscito dall’Ufficio Postale, seduto tranquillamente al bar a prendere un caffè e leggere il giornale.
Agli investigatori della Sezione il compito poi di effettuare sopralluoghi e pedinamenti, anche in diverse ore del giorno, durante i quali emergeva  chiaramente che l’uomo godeva di un’ottima vista!
Il 75enne era, infatti, in grado di compiere qualsiasi tipo di attività senza nessun ausilio, come attraversare la strada, fare la spesa, dare indicazioni stradali, digitare il pin del bancomat, dedicarsi al giardinaggio e leggere il giornale seduto ad un bar.
Gli uomini della Postale hanno inoltre appreso dall’ I.N.P.S. di Latina che l’uomo percepiva ben tre pensioni: una per anzianità e due per invalidità grazie alle quali era riuscito ad ottenere, nel corso degli anni, ingenti somme di denaro oltre ai benefici previsti dalla legge 104/1992.

Tags:
non vedentefalso ciecofalso invalidopolizia postaleinps
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Atac, la follia: 4.500 corse perse al giorno. La classifica dei peggiori bus

Atac, la follia: 4.500 corse perse al giorno. La classifica dei peggiori bus

i più visti
i blog di affari
La Regione Lombardia supporta UNFPA, Agenzia delle Nazioni Unite per le donne
Tàscaro a Milano: non solo spritz e cicheti. Anche un atto d’amore
di Paolo Brambilla - Trendiest
Caparini, i giornali italiani esultano e Washington ci usa come una colonia
di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.