A- A+
Roma
Ostia, aggressione contro troupe Nemo: confermati 6 anni per Roberto Spada

Botte, intimidazioni e la celebre testata contro i giornalisti della trasmissione "Nemo", Daniele Piervincenzi e il cameramen Edoardo Anselmi: confermati anche in Appello i 6 anni di reclusione per Roberto Spada.

 

Nessuna sorpresa quindi da parte della prima sezione penale della corte d'appello di Roma, che ha confermato la sentenza con la quale il 18 giugno era stato condannato l'esponente di spicco dell'omonimo clan di Ostia. Il collegio, presieduto da Bruno Scicchitano, ha mantenuto invariate le accuse di violenza privata e lesioni personali aggravate dal metodo mafioso.

 

I giudici di secondo grado, che hanno lasciato inalterati anche i risarcimenti gia' previsti dal tribunale per le parti civili (Fnsi, Cnog, Regione Lazio, Campidoglio, Libera, Associazione Caponnetto, oltre alle due vittime dell'aggressione), hanno di fatto accolto le richieste avanzate in sede di requisitoria dal sostituto procuratore Vincenzo Saveriano che si era espresso per una conferma della pena. "Quella di Spada (collegato in videoconferenza dal carcere di Tolmezzo, dove è detenuto in regime di alta sorveglianza, ndr) è stata una condotta tipicamente connotata dal metodo mafioso. Spada - ha detto il magistrato - si è comportato in quel modo perché si trovava nel suo territorio, ha agito indisturbato in spregio alle più elementari regole del vivere civile, con la connivenza della popolazione. Non a caso nessuno ha prestato soccorso ai due cronisti aggrediti, anzi, addirittura un passante ha rivolto loro un rimprovero dicendo 'cosi' imparate'". Sono tutte circostanze che, a parere del rappresentante della pubblica accusa, dimostrano come "in quel quartiere il clan Spada potesse contare sull'omertà dei cittadini". Quella compiuta da Spada fu "un'azione talmente significativa ed emblematica - ha ribadito Saveriano - che nella sua ottica doveva servire come lezione per scoraggiare chiunque avesse voglia di andare in quella zona di Ostia a dare fastidio con domande inopportune".

La corte d'appello si pronuncerà invece il 6 marzo prossimo sulla posizione del guardaspalle di Spada, e cioé Ruben Nelson Alvarez del Puerto, anche lui condannato in primo grado a sei anni. La posizione di Del Puerto, che per questa vicenda e' in stato di libertà, è stata stralciata in apertura di udienza per un legittimo impedimento del suo difensore impegnato oggi in altra causa.

Commenti
    Tags:
    roberto spadaostiaaggressionenemospadaromatribunale




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Miracolo a Fregene, il Singita torna agli anni '70: hippie e pioggia di fiori

    Miracolo a Fregene, il Singita torna agli anni '70: hippie e pioggia di fiori

    i più visti
    i blog di affari
    E Di Maio rivendicò la premiership
    di Angelo Maria Perrino
    O torna il governo pentaleghista o diamo la parola agli italiani
    di Angelo Maria Perrino
    Reddito di Cittadinanza: la possibilità di utilizzarlo per spese mediche
    di Anna Capuano

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.