A- A+
Roma
Paolo Ruffini alla corte di Papa Francesco: “Consapevole del grande compito”

Paolo Ruffini alla corte di Papa Francesco. Il giornalista ed ex direttore di Tv2000 primo laico, sposato, a giudare un dicastero vaticano, quello della Comunicazione.


 

 

Una nomina che, come riportato da Vatican News, ha destato molta sorpresa all'interno delle mura vaticane: "Sono stato io il primo a essere sorpreso della chiamata del Papa. E come ho detto, ho piena consapevolezza di come un compito così grande sia anche misura e ammonimento costante della mia personale piccolezza, che solo può confidare nella Grazia di Dio. Quando a conclusione del Giubileo - insieme a Lucio Brunelli – ho intervistato il Santo Padre, ricordo una sua risposta a una nostra domanda sulla Chiesa: 'La Chiesa come istituzione la facciamo noi, ognuno di noi. La comunità siamo noi'. Era ed è una chiamata anche ai laici, perché non si sottraggano alle loro responsabilità, al loro essere Chiesa, e ai ruoli che nella vita la Chiesa può chiederci di ricoprire. Credo che questo sia ciò che il Papa chiede a ognuno di noi e ha chiesto in questo caso a me. Una chiamata alla quale si può rispondere solo confidando, come dice San Paolo, che è nella debolezza che si manifesta pienamente la forza".
 

L'ex giornalista, tra gli altri, de Il Messaggero e Il Mattino avrà infatti l'arduo copito di portare a termine la riforma della comunicazione vaticana, avviata dal Santo Padre nel 2015 e interrotta dall'addio di Monsignor Dario Viganò: "Le riforme non sono mai fatte da una persona soltanto. Non sono un problema di organigrammi, quanto l’acquisizione di uno spirito di servizio - dichiara ancora Ruffini a Vatican News Le riforme sono un camminare insieme che richiede ascolto, inclusione e il coinvolgimento di tutti. Per questo serve la disponibilità a cambiare. E la consapevolezza di quanto grande, e bello, sia il contenuto di quel che comunichiamo agli uomini e alle donne del nostro tempo. È questa la sfida a cui ci chiama la Chiesa. E questa è la strada sulla quale dovremo tutti, io per primo, andare avanti.  Come ha detto il Papa, non bisogna avere paura di questa parola, riforma. Riforma 'non è imbiancare un po’ le cose, ma organizzarle in altro modo'. E questo è quel che ci chiede il Papa".

 

Tags:
paolo ruffinipapa francescovaticanocomunicazionedario viganoroma






Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Escort: otto clienti in una notte oppure botte. Arrestato aguzzino rumeno

Escort: otto clienti in una notte oppure botte. Arrestato aguzzino rumeno

i più visti
i blog di affari
Gilet gialli, torna lo spirito del 1789. Ma il sistema vuole delegittimarlo
di Diego Fusaro
La violenza dei Gilet Gialli? E quella del sistema economico capitalistico?
di Diego Fusaro
Apre Tàscaro, il bàcaro che porta la tradizione veneta a Milano
di Paolo Brambilla - Trendiest

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.