A- A+
Roma
Picchiata e sfregiata per aver lasciato il fidanzato. Lui assolda 3 “sicari”

Finisce la relazione e l'uomo incarica degli amici di sfregiare la fidanzata che lo ha respinto. L'episodio è avvenuto lo scorso 17 settembre. Vittima una ragazza di 24 anni  honduregna.

 

I Carabinieri della Compagnia Casilina hanno arrestato quattro persone, un cittadino nicaraguense e tre cittadini honduregni, ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di atti persecutori, rapina aggravata, porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, lesioni gravissime e ricettazione.
I militari hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica – Sezione reati contro la libertà sessuale e contro la famiglia.
L’attività investigativa svolta dai militari dell’Arma è nata a seguito di una richiesta pervenuta tramite 112, nel corso della quale una cittadina honduregna di 24 anni, ha chiesto aiuto dopo essere stata vittima di una violenta aggressione.

I Carabinieri hanno trovato la donna visibilmente scossa, con il volto sanguinante a causa una vistosa ferita da arma da taglio. La ragazza è stata trasportata al pronto soccorso del Policlinico Casilino.
I successivi accertamenti, hanno consentito di ricostruire la vicenda. A febbraio 2017 la giovane donna aveva deciso di interrompere la relazione sentimentale con l’ex compagno 31enne del Nicaragua, e questo aveva scatenato da parte dell'uomo reazioni spropositate, che nel corso del tempo avevano assunto una dimensione sempre più preoccupante, fino a giungere alla violenta aggressione.

In occasione di una serata organizzata in un circolo di via di Centocelle per i festeggiamenti della indipendenza dell’Honduras, la donna che si trovava in compagnia del fratello, dopo avere avuto l’ennesimo litigio con l’ex compagno, era stata vittima di una “spedizione punitiva” nel corso della quale, due donne ed un uomo, l’avevano aggredita, colpendola a calci e pugni e ferendola al volto con delle forbici.

Anche il fratello è stato preso a bastonate e privato di soldi e del cellulare. Durante la violenza, gli aggressori hanno indicato proprio l’ex compagno come il mandante.
Tra gli arrestati, oltre il nicaraguense 31 enne, ci sono i componenti di un nucleo familiare di cittadini honduregni, una donna 39enne, colf per una famiglia del quartiere Parioli ed i due figli, un maschio ed una femmina, rispettivamente di 19 e 22 anni. Gli arrestati sono stati portati rispettivamente presso le case circondariali di Regina Coeli e Rebibbia.

Tags:
stalkingstalkerviolenza donnedonna sfregiatadonna aggreditacentocelle romasicurezzacarabinieri
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Spelacchio, il bluff di Natale: sesto albero più bello d'Europa, ma è un falso

Spelacchio, il bluff di Natale: sesto albero più bello d'Europa, ma è un falso

i più visti
i blog di affari
3A Sport. Execus ottimizza le dinamiche Linkedin e la comunicazione sui social
di Paolo Brambilla - Trendiest
Mussolini ha fatto più di tutti per gli operai. A colloquio con Franco Loi
di Angelo Maria Perrino
Mussolini ha fatto più di tutti per gli operai. A colloquio con Franco Loi

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.