A- A+
Roma
Piercing e tatuaggi, adolescenti innamorati: uno su cinque è "segnato"

Un adolescente su cinque in Italia ha il piercing, in particolare sono le ragazzine tra i 12 e i 18 anni ad amare la moda della “perforazione” di alcune parti del corpo con oggetti metallici. Una tendenza che coinvolge circa il 30% dei giovani europei.

L'Ospedale Bambino Gesù mette in guardia sui possibili rischi per la salute di piercing e tatuaggi, un tema controverso per adolescenti e genitori. Ma anche per gli insegnanti, che rispetto al tema si trovano in una posizione scomoda: spesso, infatti, non hanno vere risposte da offrire ai ragazzi.

Con il tatuaggio e con il piercing, infatti, si possono trasmettere infezioni batteriche sulla pelle che qualche volta possono entrare nel sangue e coinvolgere anche il cuore. E si possono trasmettere anche i virus dell’epatite B e C e, in misura minore, il virus dell’AIDS.

Un rischio aggiuntivo è rappresentato dalle reazioni allergiche agli inchiostri utilizzati per il tatuaggio e ai metalli del piercing. Particolarmente temibile è l’allergia al cosiddetto “hennè nero” ottenuto aggiungendo all’hennè un composto molto pericoloso, la pa- rafenilendiamina (PPD).

Gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno dedicato uno speciale sul numero “A scuola di salute” pubblicato sul sito internet dell'ospedale, a questo tema e ai rischi clinici che possono occorrere in caso di mancato rispetto di cautele e norme igieniche elementari.
“Piercing e tatuaggi sono particolarmente pericolosi, quindi controindicati, nei portatori di vizi valvolari cardiaci, negli affetti da immunodeficit o patologie croniche, a chi assume farmaci antiaggreganti come l'aspirina, immunosoppressori o anticoagulanti, nei ragazzi con cheloidi e nelle donne in gravidanza”, spiegano gli esperti.

Indicazioni anche sui tempi di cicatrizzazione del piercing: 6/8 settimane per il lobo all'orecchio, dai 4 mesi ad un anno per la cartilagine dell'orecchio,  6/8 settimane per il sopracciglio, 2/4 mesi per le narici, 6/8 mesi per il setto nasale., 2/3 mesi per le labbra, 3/6 mesi per il capezzolo, 4 mesi/ 1 anno per l'ombelico, 4/10 settimane per i genitali femminili e anche per quelli maschili, 4 settimane per la lingua. Attenzione: il piercing alla lingua può causare una paralisi parziale se il gioiello inserito danneggia il nervo.

Tags:
piercingtatuaggiadolescenti tatuaggigiovani tatuaggirischi piercingrischi tatuaggiospedale bambino gesùsalute




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma: dopo due anni e mezzo M5S si ricomincia a tagliare l'erba e le siepi

Roma: dopo due anni e mezzo M5S si ricomincia a tagliare l'erba e le siepi

i più visti
i blog di affari
Elezioni anticipate, Matteo Salvini ad Affaritaliani: "Balle spaziali!"
di Angelo Maria Perrino
Pd, Minniti e la sua sinistra per i deboli. Non dimentichi la lotta all'Ue
di Di Diego Fusaro
Collo e décolleté: tutti i segreti per contrastare i segni del tempo
di Simone Michelucci

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.