A- A+
Roma
Pirozzi, Parisi e le elezioni. Storace e la politica degli insulti

di Fabio Carosi


Storace-Pirozzi: l'asse che nasce nell'oscurità dei cellulari e che nel Lazio alle elezioni del 4 marzo ha pesato qualcosa come un quattro virgola. Eppure: Storace parla come se fosse ancora Storax e Pirozzi si autopremia come ago della bilancia. Stranezze elettorali.

 

Ci sono due lenti per leggere questa disfatta politica. La montatura indossata dal gajardo sindaco di Amatrice restituisce l'immagine di un politico che per primo - e forse unico – ha posto l'accento e acceso gli animi sull'unità del centrodestra. Bravo Pirozzi, se non fosse stato per il pressing, i vertici del Lazio di Forza Italia sarebbero ancora in in conclave davanti a una bottiglia di vino – ciociaro – per decidere chi spedire al massacro contro Zingaretti: un ex di An oppure un forzista? Alla fine ci ha pensato Berlusconi che ha spedito a Roma l'umo del miracolo: Stefano Parisi. Un mese di campagna elettorale e il manager ha rischiato di vincere.

Diversa, invece, la storia a triste fine di Storace. Se Pirozzi guida la Lista Scarpone, all'ex presidente della Giunta del Lazio, ex leader di partito, ex ministro, ex vicepresidente del Consiglio Regionale, diventa uno “scarparo”. La sua nuova passione è fare le scarpe. Dall'angolo in cui lo ha messo Giorgia Meloni, l'ex Storax è diventato primo sponsor de Lo Scarpone per confezionare un mocassino su misura al centrodestra. E c'è mancato poco che non ci riuscisse. Non pago di aver messo una serie di mine su quelli che sino a ieri erano i suoi alleati, di fronte al quasi fallimento dell'impresa è passato dal Genio Guastatori a Genio Insulti. Non si spiegherebbe diversamente l'editorialessa comparsa il 7 marzo sulla newszine a tiratura ultralimitata nella quale definisce Stefano Parisi, con il consueto stile forbito che accompagna le sue esternazioni, “'Na pippa”. E poi da esperto politologo del bar sotto casa, disserta sui numeri che avrebbero accompagnato l'avventura bollando l'uomo come “inconsistente”... “perdi oggi perdi domani – scrive ancora – non è detto che possa farlo anche a Napoli ogni volta che il suo nome va in testa a qualcuno”.

Ma poi l'anima "post fascista", quella che animava le sue battaglie politiche a colpi di sganassoni menati in mezzo alla strada, riemerge e dalla tastiera arriva la confessione: “Il centrodestra deve fare solo autocritica”... punto... “Per non aver cercato il dialogo, per aver rifiutato di parlare di politica ma solo di posti”. Punto... “Senza alcun rispetto per chi poteva dare una mano”. Sintesi: se sei contro Storace, lui ti copre di insulti. La prova è anche nei rapporti con Pirozzi che ha accettato il suo impegno ma non il suo appoggio. E l'ex Storax scrive: “Che poi Pirozzi ci abbia messo del suo è vero con il suo carattere superbo e i suoi limiti nella ricerca del dialogo (persino con me)... “.
Fine della storia, fine di un leader e spazio agli insulti.

Tags:
elezioni lazio 2018elezioni regionali 2018sergio pirozzistefano parisifranesco storacecentrodestragirogia meloni

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Elezioni: il caso Fiumicino. Trovati documenti primo turno, violata la privacy

Elezioni: il caso Fiumicino. Trovati documenti primo turno, violata la privacy

i più visti
i blog di affari
Pietrasanta e la scultura contemporanea. Iginio Balderi: geometrie della forma
di Paolo Brambilla - Trendiest
Caro Saviano, Cristo cambiò il mondo vivendo in povertà
di Ernesto Vergani
Governo Lega-M5S: partito unico del turbomondialismo glamour vuole rovesciarlo
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.