A- A+
Roma
Qualità della vita: provincia di Roma in recupero. Il Giubileo dà un aiutino

In provincia di Roma si vive un po' meglio rispetto allo scorso anno: lo dice l'indagine sulla Qualità della vita del Sole 24 Ore, giunta alla XXVII edizione.

Il territorio romano è passato dal 16esimo al 13esimo posto, recuperando quindi tre posizioni, grazie all'aiutino di Papa Francesco. Secondo il rapporto infatti, la crescita è stata "spinta dal valore del patrimonio immobiliare e dai flussi turistici legati al Giubileo".
Certo, da Roma la prima in classifica è assai lontana non solo geograficamente. A salire sul gradino più alto del podio è Aosta. Al secondo ed al terzo posto si confermano Milano e Trento, balzo in avanti per Belluno che dalla 17° posizione del 2015 sale in quarta posizione. All’ultimo posto ancora una realtà del Mezzogiorno, Vibo Valentia.

L'indagine sulla “Qualità della vita” ogni anno mette a confronto la vivibilità nelle province italiane su un’ampia serie di indicatori (aggiornati al 2015 e al 2016) articolati in sei settori d’indagine: Affari, lavoro e innovazione; Reddito, risparmi e consumi; Ambiente, servizi e welfare; Demografia, famiglia, integrazione; Giustizia, sicurezza, reati; Cultura, tempo libero e partecipazione.

Molte le novità del rapporto 2016, "volte a rendere più completo il check della vivibilità sul territorio, con una maggiore attenzione alle esigenze e ai problemi più attuali della collettività: il valore della casa, il lavoro per i giovani, la capacità di innovazione, l’integrazione degli stranieri, l’offerta di welfare, la partecipazione civile. Le sei aree hanno così acquisito una denominazione più inclusiva e i parametri da 36 sono saliti a 42".
Tra le altre province del Lazio, Viterbo è al 73° posto e perde 5 posizioni rispetto allo scorso anno; Rieti è al 75° posto salendo di 8 posizioni; Latina al 77° scende di 4 posizioni; Frosinone al 78° con un recupero di 6 posizioni.

Restano comunque il divario tra Nord e Sud, quello tra le province di maggiori dimensioni frenate dai nodi sicurezza e ambiente nel loro slancio in avanti, e spiccano le realtà medie o piccole – spesso beneficiate dall’autonomia – in evidenza come modelli di vivibilità.
Così ecco Aosta che per la terza volta in 27 anni di indagine (le precedenti nel 1993 e nel 2008) si qualifica come la “migliore”, forte soprattutto delle performance nei capitoli relativi all’economia, alla demografia e all’ordine pubblico.
Tris, negativo, anche per Vibo Valentia (ultima già nel 1997 e nel 2005). Al penultimo posto Reggio Calabria (ultima nell’edizione del 2015). Nella classifica delle ultime cinque province spicca Crotone, che perde ben 17 posizioni rispetto all’edizione dello scorso anno e si posiziona al 106° posto.

Tags:
provincia romagiubileopapa francescoqualità vitasole 24 oreaostamilanovibo valentia

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma, per un cordolo Atac il cantiere più lento del mondo. Esplode la rabbia

Roma, per un cordolo Atac il cantiere più lento del mondo. Esplode la rabbia

i più visti
i blog di affari
Pace fiscale, un atto civile e di welfare nazionale. Ecco perché
di Alberto De Franceschi
Pensioni, i selfie della glebalizzazione di +Europa della Bonino
di Diego Fusaro
Migranti assunti per combattere il caporalato. E i giovani italiani?
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.