A- A+
Roma
Raid al Roxy bar, il riesame conferma gli arresti di Casamonica e Di Silvio

Raid di Casamonica e dei Di Silvio al Roxy Bar: il tribunale del Riesame conferma l'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Clementina Forleo.

 

Era lo scorso 1 aprile quando Antonio Casamonica e i fratelli Alfredo e Vincenzo Di Silvio entrarono nel locale aggredendo il barista di nazionalità romena e una cliente invalida. Tutto per ottenere di essere serviti per primi dal gestore.

Un raid che ha fatto il giro di tutti i giornali, scatenando lo sdegno dei cittadini, con la rete NoBavaglio che insieme ad Articolo 21 ha organizzato un sit-in davanti al Roxy Bar per il rilancio della legalità.Violenza privata, danneggiamento e lesioni personali con l'aggravante del metodo mafioso sono i reati contestati dal pm Giovanni Musarò.

Tags:
roxy barcasamonicadi silvioarrestodomiciliariraid






Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Raggi, riscossa social: “M5S sotto attacco, ma non si torna al passato”

Raggi, riscossa social: “M5S sotto attacco, ma non si torna al passato”

i più visti
i blog di affari
La sfilata del negozio Cattaneo di Melzo affascina il The Beach Club di Milano
Santa Margherita: il Covo di Nord-Est riapre, bellissimo, dopo la mareggiata
di Paolo Brambilla - Trendiest
Soros e moglie finanziano +Europa. Il padronato sceglie i cavalli da corsa
di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.