A- A+
Roma
Rifiuti, M5S risponde: “Regione e Governo vogliono discariche nel Lazio”

Dopo la lettera del ministro Galletti al Campidoglio per accelerare la localizzazione degli impianti per lo smaltimento dei rifiuti romani il M5S risponde: “Regione e Governo vogliono discariche nel Lazio. È un pretesto”.

 

Secondo il M5S quella del governo sarebbe una tattica politica per arrivare a realizzare inceneritori: “Sui rifiuti solite chiacchiere da campagna elettorale da parte del governo. La verità è che Roma ha iniziato l’iter per costruire tre nuovi impianti di cui due impianti per il compostaggio ed un impianto di separazione del multi-materiale. La Regione e il Ministero, invece, stanno cercando pretesti per realizzare discariche e inceneritori che il M5S non vuole. Il Governo, se realmente fosse imparziale, chiederebbe a Zingaretti come mai in cinque anni non ha aggiornato il piano regionale per i rifiuti del 2012. Il Governo dovrebbe chiedergli anche come mai la Regione non applica la sentenza del Tar che nel marzo 2016 la obbligava a trovare in 180 giorni 'la rete integrata e adeguata' per evitare criticità sui rifiuti. Invece, si svegliano a 40 giorni dalle elezioni solo per fare propaganda".

Il messaggio M5S è stato diffuso sulla pagina Facebook romana, in risposta alle sollecitazioni del ministro dell'Ambiente.

“Le polemiche a 40 giorni dal voto non ci faranno cambiare idea sull’impiantistica di cui Roma ha bisogno. Già dallo scorso luglio, nel tavolo tecnico di coordinamento tra Regione Lazio e Roma Capitale, istituito presso il Ministero dell'Ambiente, Il Dipartimento Tutela Ambientale ha presentato i documenti necessari con le indicazioni delle tipologie d'impianto che Roma Capitale intende realizzare - ha spiegato in una nota Pinuccia Montanari, assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale - In quella sede sono stati acquisiti agli atti sia la tipologia di impianti, due di compostaggio aerobico e uno di selezione multimateriale, che le aree dove prevediamo di realizzarli, Casal Selce e Cesano-Osteria Nuova. Insieme all’impiantistica sono stati presentati anche il piano strategico di Roma Capitale (delibera n.47 del 30 marzo 2017) e il piano industriale di Ama (approvato nell’Assemblea Ama di maggio 2017). Se ce ne fosse bisogno ribadiamo che quanto già deciso resta assolutamente confermato. Dopo decenni di piani basati su discariche e inceneritori, ci auguriamo che la campagna elettorale non blocchi, rallenti o tenti di deviare il nostro percorso verso una gestione efficiente e sostenibile dei materiali post-consumo”, conclude la Montanari.

Tags:
rifiutiemergenzalazioromam5spdgian luca gallettielezioni tattichediscaricheinceneritori


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma, ecco la reggia dei Mormoni. Il credo in versione extralusso

Roma, ecco la reggia dei Mormoni. Il credo in versione extralusso

i più visti
i blog di affari
Pensioni e reddito, l'euro-goal del trio Conte-Di Maio-Salvini
di Angelo Maria Perrino
Caso Battisti, la sinistra faccia i conti con gli anni di piombo
di Ernesto Vergani
Grillo Capo dello Stato, perché no? Ha rotto la dicotomia destra-sinistra
di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.