A- A+
Roma
Rifiuti, ordinanza “salva Roma”: Ministero e Regione aprono tutti gli impianti

Emergenza rifiuti, ordinanza “salva Roma” di Regione Lazio e Ministero dell'Ambiente: tutti gli impianti di trattamento dei rifiuti del Lazio accoglieranno i rifiuti della Capitale. Avviso all'Ama: “Raccolga al più presto la spazzatura da tutte le strade della città”.

 

Tramite una nota, la Regione Lazio annuncia la possibile fine dell'emergenza rifiuti nella Capitale. “Nelle prossime ore la Regione Lazio, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, emanerà un’ordinanza, in base all’articolo 191 del decreto legislativo 152 del 2006, con cui verrà disposto, per motivi di urgente necessità di tutela dell’ambiente, che tutti gli impianti di trattamento dei rifiuti del Lazio garantiscano la massima operatività per accogliere i rifiuti prodotti dalla città di Roma".

"Al tempo stesso - spiega la Regione - questa ordinanza indicherà un preciso cronoprogramma di azioni da realizzare da parte della società Ama con l’obiettivo di raccogliere in breve tempo tutti i rifiuti attualmente giacenti sulle strade della Capitale, ripulendo e ripristinando le condizioni di igiene e di decoro urbano". In particolare, l’azienda municipalizzata "dovrà anche assicurare la funzionalità di idonee infrastrutture logistiche, come stazioni di trasferenza e aree di trasbordo; la disponibilità di ulteriori impianti di trattamento mobili; ristabilire il regolare e tempestivo pagamento dei fornitori aziendali".

Rifiuti, Radicali: “Accolta nostra proposta su ordinanza, bene Regione e Ministero dell’Ambiente”

"Lo abbiamo detto per giorni, fortunatamente ci hanno dato retta: nelle prossime ore la Regione Lazio, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente, emanerà un'ordinanza (ai sensi dell’art. 191 D.Lgs 152/2006) con cui verrà disposto, per motivi di urgente necessità di tutela dell'ambiente, che tutti gli impianti di trattamento dei rifiuti del Lazio garantiscano la massima operatività per accogliere i rifiuti prodotti dalla città di Roma". Lo affermano in una nota Massimiliano Iervolino, membro di direzione di Radicali Italiani, e Simone Sapienza, segretario di Radicali Roma."Bisogna ringraziare il Presidente Zingaretti – continua Iervolinio - poiché ha fatto quanto nei suoi poteri al fine di evitare che Roma diventasse una discarica a cielo aperto: dall'amministrazione, come sempre, immobilismo e incapacità di prendere decisioni politiche. Ora però, una volta superata l'emergenza attuale, bisogna guardare al futuro: Ama si doti di un piano industriale capace di chiudere il ciclo dei rifiuti, prevedendo sia impianti per la raccolta differenziata che per la raccolta indifferenziata. Da parte nostra continueremo a proporre soluzioni più che fare sterili polemiche: se ci hanno dato retta sulle ordinanze contingibili e urgenti, magari lo faranno anche sulla nostra proposta di delibera popolare 'Ripuliamo Roma".

Rifiuti, Roma nel caos. Denuncia per epidemia colposa: la Tari nel mirino

Commenti
    Tags:
    rifiutiemergenza rifiutisalva romaromaordinanzaregione lazioregionelazioministeroministero dell'ambienteambienteministero ambienteimpianti
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Regione Lazio: Maselli a FdI, Cavallari va con Renzi. Zingaretti più forte

    Regione Lazio: Maselli a FdI, Cavallari va con Renzi. Zingaretti più forte

    i più visti
    i blog di affari
    Bolivia, Putin si schiera con Morales.La Russia non sbaglia mai in geopolitica
    di Diego Fusaro
    Bookcity Milano/ Intervista a Maria Borio: “La poesia sta nella trasparenza”
    di Ernesto Vergani
    Biovalley Investments Partner (BIP). Aumento di capitale su CrowdFundMe

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.