A- A+
Roma
Roma, donna cade su un marciapiede rotto: la Cassazione assolve il Comune

Caduta sul marcipiede di piazza Venezia, nel 2002, mentre percorreva piazza Venezia. Per la signora rimasta riferita 17 anni fa nessun risarcimento da parte del Comune di Roma, la Cassazione respinge il ricorso.

 

La terza sezione civile degli Ermellini ha di fatto bocciato la tesi della donna, che aveva convenuto in giudizio il Comune: in primo grado le era stato accordato un risarcimento danni, ma la Corte d'appello della Capitale aveva ribaltato il verdetto, sottolineando che "l'erosione del manto stradale", nel punto in cui la signora affermava di essere caduta, consisteva non in una "buca", ma in un "dislivello creatosi tra due lastre della pavimentazione del marciapiede adiacenti tra loro" che non aveva "quelle caratteristiche di invisibilità, o non prevedibilità ed evitabilità, necessarie a far ritenere sussistente il nesso causale". Se la signora, era stata la conclusione dei giudici d'appello, "avesse prestato sufficiente attenzione alle condizioni del manufatto, avrebbe potuto facilmente evitare la caduta con le negative conseguenze sulla sua salute", anche tenuto conto della "circostanza notoria" per cui l'illuminazione della piazza era "ampiamente sufficiente" con "fonti aggiuntive" per illuminare "l'antico Palazzo Venezia".

La Suprema Corte dal canto suo ha dichiarato inammissibile il ricorso della donna, rilevando che, con esso, si "prospettava una diversa valutazione delle risultanze probatorie, ribadendo l'obbligo del Comune di provvedere alla manutenzione delle strade e dei marciapiedi". La "mancata prova della caduta in una buca - conclude la Corte - comporta l'irrilevanza della sussistenza o meno di una illuminazione sufficiente".

Commenti
    Tags:
    romacaudtavoraginibuchemarciapiedecassazionecomune




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Virginia Raggi non si arrende, vuole la funivia Eur-Magliana: per FdI è follia

    Virginia Raggi non si arrende, vuole la funivia Eur-Magliana: per FdI è follia

    i più visti
    i blog di affari
    Fabbrica del Vapore. Martedì 23 luglio dalle 19.30 “Una notte con Leonardo”
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Monti pontifica contro Italia-Russia? Una buona ragione per andare avanti...
    di Diego Fusaro
    Avv. Alessandro Bastubbe.Tenacia e competenza per risolvere la crisi debitoria

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.