A- A+
Roma
Roma, la Raggi rinnova all'Ipa l'uomo scelto da Lanzalone, Fabio Serini

di Marina Spada

La Raggi conferma il mandato a Fabio Serini in qualità di commissario dell’IPA l'Istituto di previdenza dei dipendenti di Roma Capitale per un altro anno.

La notizia, uscita in questi giorni, ma ancor di più l’Ordinanza n.100 del 13 giugno 2019, pubblicata sul sito dell’IPA, indica infatti Fabio Serini, inquisito nell’ambito dell’inchiesta sullo stadio insieme a Lanzalone, ancora Commissario dell’IPA fino a giugno 2020.

Ora però rimane una piccola ombra di mistero su questo rinnovo. Virginia Raggi deve aver completamente dimenticato, quando ha firmato le condizioni sottoscritte nell’Ordinanza n.75 del 25 maggio 2017 attraverso la quale nominò Fabio Serini Commissario dell’IPA. Allora si statuiva inequivocabilmente che il suo mandato era previsto per un anno, rinnovabile esclusivamente per un altro anno ( quindi si poteva arrivare inderogabilmente fino al 25 maggio 2019). Fabio Serini, Professore alla Cattedra di Bilancio e Principi Contabili Programmazione e Controllo presso l’Università degli Studi di Napoli “Partenophe”, veniva chiamato in quel momento in un contesto particolarmente fragile e delicato per l’IPA, l’istituto di previdenza per i dipendenti capitolini, a seguito dello scioglimento del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto, per riformulare lo statuto e preparare le nuove elezioni che restituissero un Consiglio di Amministrazione all’Istituto.

Fabio Serini dunque prende possesso delle proprie funzioni ma ben presto la sua figura si profila ambigua, da una parte perché è coinvolto nelle inchieste sulla corruzione in merito al nuovo stadio, e dall’altra in ragione di un rapporto simbiotico con Lanzalone: dalle intercettazioni risulta che quest’ultimo abbia fatto pressioni su Virginia Raggi affinché rinominasse commissario Fabio Serini, dal quale poi gli sarebbero arrivati ripetuti incarichi remunerati per il proprio studio.

A marzo 2019, Serini rassegna le proprie dimissioni alla Raggi nel contesto delle multiple bufere giudiziarie. La Sindaca però le respinge inspiegabilmente, motivando in parte il proprio gesto con la necessità di chiudere il bilancio entro il maggio successivo. Ecco allora che Fabio Serini continua a frequentare il palazzo dell’IPA avvolto da un silenzio assordante fino ai primi giorni di giugno, quando a contratto ormai scaduto, nella fibrillazione della gente che lavorando legata al suo mandato non riusciva più a identificare il proprio ruolo, si aspettava il nuovo Commissario. Poi è arrivata la notizia, diffusa in sordina, che Virginia Raggi rinnovava, con un terzo mandato, Fabio Serini commissario dell’IPA nonostante l’evidente contraddizione con le condizioni fissate all’atto della sua prima nomina. Certo l’obiettivo iniziale di riscrivere lo statuto dell’Istituto il commissario ancora non lo ha portato a termine ma quello che viene da chiedersi è su quale orizzonte temporale la Sindaca e il Commissario dell’IPA immaginano di concludere questo impegno.

Commenti
    Tags:
    romaraggiipalanzalonestadio romacampidogliofabio seriniindagatocommissario





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    La Lega dà scacco alla Garbatella, ex fortino di sinistra. Foglio lascia FI

    La Lega dà scacco alla Garbatella, ex fortino di sinistra. Foglio lascia FI

    i blog di affari
    Salvini Renzi confronto TV, macché boxe. Un noioso minuetto con Vespa regista
    di Maurizio de Caro
    Da oggi "death: reconversion" Mostra fotografica di Greta Valentina Galimberti
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Si può essere licenziati per una lunga malattia?
    di Avv. Cristiano Cominotto

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.