A- A+
Roma
Roma-Lido ai privati, messe a gara le ex ferrovie concesse: Atac mutilata
Foto Legambiente Lazio

Approvata la messa a bando di Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti. La Regione Lazio toglie ad Atac la sua valvola di sfogo finanziario.

 

Il contratto con la municipalizzata dei trasporti di Roma è stato rinnovato nel 2017, ma scadrà il 30 maggio del 2019. A quel punto sarà il vincitore della gara a vedersi assegnato l'affidamento delle ex ferrovie concesse per i successivi 9 anni.

Un durissimo colpo per Atac che perde così un contratto di servizio da 85 milioni di euro l'anno. L'azienda dei trasporti di Roma, in crisi nera con un debito da 1,4 miliardi di euro, perde così un altro tassello del quadro. Il suo futuro è più che mai incerto adesso che il Tribunale Fallimentare sta valutando la possibilità di accettare l'ipotesi di un concordato.

Gli avvocati di Atac hanno depositato lo scorso 30 maggio un plico di circa 3mila pagine che ora il procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli e il pm Stefano Rocco Fava hanno il compito di analizzare.

Durante la giornata di martedì, inoltre, la reputazione dell'azienda aveva subito un duro colpo quando è stata diffusa dalla stampa la bufala del taglio del 12% dei posti di lavoro. La notizia, rimbalzata sui social media grazie all'intervento dell'opposizione Pd in Campidoglio, è stata poi smentita dal capogruppo M5S Paolo Ferrara che ha dichiarato: “Il Pd crea il solito allarmismo con l’ennesimo tentativo di diffondere uno stato di agitazione tra i lavoratori di Atac. A danno tra l’altro non solo degli operatori ma di tutta l’azienda e dei cittadini. Basta bugie! Atac non taglia posti di lavoro".

Un comunicato stampa ufficiale della Multiservizi, poi, aveva confermato la smentita e annunciato l'assunzione di 620 nuovi autisti a fronte del pensionamento di 330 dipendenti: “Con riferimento alle notizie apparse sulla stampa e alle affermazioni rilasciate da alcuni esponenti politici, Atac precisa che non è prevista alcuna riduzione di organico nel Piano Concordatario – si legge nel comunicato - L'azienda ha doverosamente e prudenzialmente tenuto conto, nella redazione del Piano di concordato, della cessazione dei contratti per la gestione delle ferrovie ex concesse e per la riscossione della sosta, in scadenza nel 2019 e al momento non ancora riaffidati. In entrambi i casi, è tuttavia ragionevole ritenere che i nuovi contratti, indipendentemente dalla conferma dell'affidamento ad Atac, prevederanno la continuità occupazionale per le risorse oggi impegnate".

Nell’avviso riguardo alla messa al bando delle ex ferrovie concesse viene specificato che è attualmente all’esame degli uffici regionali una proposta di partenariato pubblico-privato. Questa ipotesi separerebbe il destino della Roma-Lido da quello delle altre due sorelle, permettendo la nascita di un’associazione di imprese per l’affidamento in concessione della progettazione, costruzione e gestione della sola Roma-Lido.

L'affidamento di Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti, in questo caso, sarebbe autonomo da quello della terza tratta regionale.

Tags:
roma-lidoferrovie concesseatacregione laziobandoconcordatodebito




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Raggi assolta, era previsto da Beatrice241. Ma con la legge non è finita

Raggi assolta, era previsto da Beatrice241. Ma con la legge non è finita

i più visti
i blog di affari
Il Nord che teme la meridionalizzazione del Paese
di Ernesto Vergani
La comunicazione nel canto e del corpo: 3 cose da sapere
di Giancarlo Genise
Amori IncondizioNATI. Mostra fotografica a cura di Francesca Musarò
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.