A- A+
Roma
Roma nel caos, spunta il commissario. Raccolta di firme per spodestare Raggi

di Fabio Carosi

Rifiuti, trasporti, traffico, scuole, sicurezza e rom: “meglio commissariare Roma”. Così alla Regione Lazio è partita l'insolita raccolta delle firme per chiedere un Consiglio straordinario e consegnare a Nicola Zingaretti il governo di Roma, in virtù della Costituzione che fissa all'art. 18 del Titolo Quinto il potere di sussidiarietà.

Solo che a “scaricare” su Nicola Zingaretti la “patata bollente” non è un disegno politico del centrosinistra che punta a mandare a casa Virginia Raggi e la sua giunta a 5 Stelle, ma la provocazione che arriva da 13 esponenti della minoranza regionale, guidati dal capogruppo di Forza Italia, Antonello Aurigemma, che hanno deciso di fare vera opposizione: quella che non si limita a mettere in piedi manifestazioni bizzarre contro il sindaco di Roma o il presidente della Regione, ma un'iniziativa vera sulla base della Costituzione.

Ora, Nicola Zingaretti ha due possibilità: o sostiene il Comune di Roma e santifica Virginia Raggi, oppure si rimette la giacca istituzionale e affronta i nodi di Roma in base all'art.118 del “testo sacro” che recita: “Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza”. E proprio sul principio di sussidiarietà, definito dal comma 4 del 118 i costituzionalisti hanno ammesso la possibilità di attuare i poteri sostitutivi anche quando si tratta di “autonomie locali” tutelate dall'art. 5 della stessa Costituzione.

Così nella richiesta di consiglio straordinario, i firmatari chiariscono: “In virtù delle gravi difficoltà incontrate dai romani... la Regione possa adottare tutte le opportune misure volte a dare piena attuazione al principio costituzionale, compreso in caso di perdurante inerzia, l'esercizio dei poteri sostitutivi nei confronti di Roma Capitale”.

Qualora la Regione Lazio dovesse votare una simile decisione, si aprirebbe un precedente costituzionale unico nel suo genere. Dal punto di vista politico sarebbe una vera rivoluzione col Governo Lega-5Stelle costretto all'angolo in difesa di Virginia Raggi. E il paradosso è che a lanciare l'esca non sarebbe il Pd ma quello che una volta era il centrodestra con Forza Italia in testa e con la Lega costretta all'angolo.

SCARICA E LEGGI LA RICHIESTA DI ESERCITARE I POTERI SOSTITUTIVI PER ROMA CAPITALE

Commenti
    Tags:
    romacaos romacommissario romatrasportirifiutiscuoleforza italiaregione laziocostituzioneantonello aurigemmasussiadirietàvirginia raggilegacinque stelle5 stelle





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Accordo segreto tra Lega e M5S nel Lazio. Zingaretti rischia la sfiducia

    Accordo segreto tra Lega e M5S nel Lazio. Zingaretti rischia la sfiducia

    i più visti
    i blog di affari
    Milano Vapore. Prosegue impegno su cultura e politica con convegno e concerto
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Il Tribunale annulla il pignoramento ma la banca non sblocca il conto.
    di sotto: Avv. M. Sances e Avv. H. Pisanello
    Intervista a Maria Grazia Calandrone. “Siamo un impasto di bene e di male”
    di Ernesto Vergani

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.