A- A+
Roma
Sanità: medici di base in pensione, la Regione Lazio correi ai ripari

Medici in pensione e pericolo vuoto assistenziale. Dopo l'articolo di Affaritaliani.it replica il direttore regionale della Sanità Vincenzo Panella: “Non vorremmo che dopo anni di espansione del ruolo delle medicina generale dovessimo invece assistere alla riduzione di questo ambito di assistenza”- contro questa eventualità - “siamo fortissimamente impegnati".

 

Spiega il dottor Panella: “Nel caso della Medicina generale e della Pediatria di base questo squilibrio nel corso del prossimo quinquennio sarà molto acuto, molto vivace, e avremo disponibili meno della metà dei medici che saranno andati in pensione da qui a 5 anni. Alcune difficoltà ce le abbiamo già da tempo con specializzazioni come la pediatria piuttosto che l'anestesiologia o la radiologia, a causa di un numero di "specialisti che viene prodotto annualmente dalle scuole di specializzazione delle Università inferiore al fabbisogno ed a ciò va posto rimedio in modo urgente”.

In base alle proiezioni dell’Enpam , l’ente previdenziale dei medici italiani, dal 2016 al 2021,  usciranno dai ranghi della medicina generale e dei pediatri di libera scelta,  complessivamente 1556 medici  e ne entreranno meno di 500, poiché gli attuali corsi di formazione triennale ne abilitano ogni anno solo 80.   In presenza a  di una ricambio cosi limitato -  aggiunge Panella  “ci troveremo negli anni prossimi a fronteggiare una difficoltà: la disponibilità di meno risorse umane di quelle che ci servono”.

Secondo il manager  regionale  il rapporto ottimale tra medico e paziente è di 1 a 1000  e  questo rapporto si è oramai andato equilibrando nel corso del tempo garantendo  un'adeguata assistenza medica di base. “Non vogliamo privarci di tale risorsa – rimarca Panella per il quale "l'aumento del numero di posti nei corsi di formazione e altre soluzioni che stiamo cercando di individuare insieme alle categorie interessate (pediatri di libera scelta e medici di medicina generale) scongiurare questo 'shortage' di risorse umane che avrebbe un riverbero negativo sulla qualità dell'assistenza primaria che è fatta di continuità delle cure, ambulatori aperti anche il sabato e la domenica”, e di un ruolo del pediatra e del medico di base che in questi anni si è definito sempre sempre più baricentrico nella costruzione della  sanità del futuro.

In pensione 1500 medici nei prossimi 5 anni: la sanità di base al collasso

 

Tags:
sanitàmediciregione laziovincenzo panellapensionifimmgmedici di base

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Elezioni: il caso Fiumicino. Trovati documenti primo turno, violata la privacy

Elezioni: il caso Fiumicino. Trovati documenti primo turno, violata la privacy

i più visti
i blog di affari
Caro Saviano, Cristo cambiò il mondo vivendo in povertà
di Ernesto Vergani
Governo Lega-M5S: partito unico del turbomondialismo glamour vuole rovesciarlo
di Diego Fusaro
Legittima difesa, il tabaccaio Birolo assolto dopo un'odissea lunga sei anni
di Maurizio Tortorella

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.