Sarli, Curiel e Taslaq: ecce moda. AltaRoma, vince le donna in fiore

GLI OCCHI SU ROMA. Il “ribelle” Luigi di Borbone apre le sfilate romane. Grande attesa per le maison storiche. Il punto sulle mostre e la finale di Who Is On Next?. La mostra di Hans Feurer apre le porte mentre a Mad Zone la rivisitazione del tubino e della collana in chiave maschile, ideata dalle designer Odile Orsi e Isabella Minerva. E i blogger sono al lavoro. LA GALLERY e IL VIDEO

di Ida Galati

Parlano gli abiti e le modelle. AltaRoma entra nel vivo. È Luigi Borbone, ribelle couturier romano, a chiudere la prima giornata facendo sfilare le sue "donne fiore" all'interno del settecentesco Palazzo Braschi, sede del Museo di Roma. Percorrere i lunghi corridoi del palazzo e passare attraverso le stanze del maestoso Palazzo, ha regalato a tutti gli ospiti uno "spettacolo nello spettacolo". Lo stile del giovane designer è divenuto ormai inconfondibile: le linee degli abiti e dei tailleur sono sempre pulite, ma vengono improvvisamente spezzate da applicazioni geometriche tridimensionali lavorate all’uncinetto e lavorazioni a plissé che conferiscono quel tocco di contemporaneità che ci si aspetta da uno stilista anticonvezionale come lui. Tornare a casa attraversando il cuore della Roma Rinascimentale e Barocca, è quello che può definirsi un degno fine serata.
Sabato assisteremo a quelle dei primi due giovani finalisti dell’edizione 2013 di Who Is On Next?: San Andrès Milano e Arthur Arbesser. Seguiranno poi le maison storiche di Sarli Couture, Curiel Couture e Jamal Taslaq.
Dopo quella dello IED, un'altra mostra inaugura: quella del famoso fotografo di moda Hans Feurer, aperta al pubblico fino al 28 gennaio alle ore 19. Tanta attesa, inoltre, per un evento collaterale: la rivisitazione del tubino e della collana in chiave maschile, ideata dalle designer Odile Orsi e Isabella Minerva. Presentata in uno spazio romano nuovo e insolito, Mad Zone apre le porte alla moda, all'arte, al design e, soprattutto ospita i migliori talenti emergenti.
Innumerevoli gli eventi che si sono susseguiti, invece, venerdì, giornata di pre apertura dell'alta moda romana. La letteratura, la storia e il cinema, le forme d'arte scelte per raccontare la cultura della moda: chi e cosa c'è dietro il prodotto finale, l'abito. E allora due i libri presentati: 'Ritratto a più voci dell'ultimo imperatore della moda', del giornalista Tony Di Corcia e 'Racconti in vetrina II', della giornalista, esperta di moda, Michela Zio. Obiettivo del primo quello di raccontare la vita di Valentino Garavani attraverso le voci di un dizionario (che ripercorre tappe ed eventi della sua lunghissima carriera) e quella dei personaggi che hanno fatto parte del suo percorso professionale e privato. Altri racconti, invece, quelli di Michela Zio: sotto la lente d'ingrandimento un panorama di aziende, sicuramente meno note, ma non meno rilevanti, soprattutto perché portate avanti dai proprietari delle più belle boutique italiane che hanno cominciato da un sogno, lavorando sodo e rimanendone a capo nonostante crisi e intemperie varie.

 

Tante - e sempre interessanti - le storie da raccontare, con l'augurio, da parte di AltaRoma e degli autori dei due libri, che i piccoli imprenditori possano tener duro mantenendo costanti impegno e dedizione. Sempre ieri è stata inaugurata una mostra allo IED, che rimarrà aperta al pubblico oggi e domani dalle 10 alle 20. Opere, sempre d'arte, anche quelle create dagli studenti dei corsi di moda: gli abiti, infatti, dialogano con i gioielli e gli accessori in maniera insolita, riflettendosi e moltiplicandosi in un gioco di specchi e luci da rendere surreale la sala espositiva della galleria Il Ponte Contemporanea.
Aperto alla stampa (il 25 e  26 gennaio al pubblico): Room Service. Al secondo piano del Marriot Grand Hotel Flora di via Veneto sembra di stare dentro un film d'epoca: nessun ospite straniero, ma 12 temporary boutique di stilisti emergenti che raccontano al pubblico le loro collezioni e le loro storie. Gioielli, accessori, abbigliamento e fragranze, tutto anche in vendita.
Al tempio di Adriano, invece, è stato inaugurato ASVOFF, il festival annuale internazionale di cortometraggi ideato dalla mente creativa ed estrosa di Diane Pernet. Impossibile non riconoscerla con il suo look total black, la pelle bianca, le labbra laccate e quell'acconciatura babelica un po’ Marie Antoinette. Stilista prima, giornalista e blogger dopo, ha selezionato personalmente tutti i video che da oggi e fino al 26 gennaio alle ore 20, potete vedere. Sono solo corti, ma  narrano storie e, a volte, vere e proprie poesie.


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

In Vetrina

Caso Weinstein: la pornodiva "graffia" Asia Argento - LE FOTO

In evidenza

Il segreto di 007: la Bond Girl? Era una transessuale. FOTO

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it