A- A+
Roma
Stadio della Roma, La Sapienza: “Previsti occupazione e indotti da record”

Riduzione del tasso di disoccupazione di circa un punto percentuale, oltre 5.500 nuovi occupati e circa 20 mila dipendenti che lavoreranno nel Business Park, per un indotto pari a Giubileo ogni due mesi e mezzo oppure a un EXPO ogni 5 mesi. Sono i benefici che si avrebbero dalla nascita del futuro Stadio della Roma e a dirlo è l'Università La Sapienza, nello “Studio di Impatto Economico e Sociale del progetto Stadio della Roma Tor di Valle”.


Il documento, che sarà presentato il 14 novembre dal Preside della Facoltà, Giuseppe Ciccarone e dal team di docenti che ha preso parte alla redazione del documento, riporta numerose informazioni di carattere economico relative agli effetti positivi che il progetto Stadio della Roma – Tor di Valle produrrebbe sin dall’avvio dei lavori di costruzione.

Secondo lo Studio, l’investimento di circa 1,6 miliardi di euro finanziati interamente dai privati in un arco temporale di sei anni, avrà un impatto economico sulla città pari a circa due volte e mezzo rispetto a quello generato da Expo 2015 su Milano, rilanciando in modo consistente numerosi comparti industriali come quello dell’edilizia, dell’entertainment e dei servizi.

Spiccano, tra gli altri i dati, quelli sul lavoro e sull’occupazione cittadina: si stima, infatti, che nel periodo di costruzione, i lavoratori impiegati nel comparto edilizio ammonteranno a circa 1.500. Una volta a regime, i nuovi occupati nelle varie aree previste dal progetto saranno 4mila, con oltre 15-20mila lavoratori che svolgeranno la propria professione nel Business Park.

L’attenzione tuttavia non si ferma all’impatto economico, ma abbraccia anche quello sociale. Il progetto Stadio della Roma – Tor di Valle, che attualmente è in esame nella Conferenza dei Servizi regionale, ultima fase amministrativa prima dell’autorizzazione finale per l’avvio dei lavori di costruzione, oltre ad accogliere quotidianamente decine di migliaia di persone, creerà uno dei principali polmoni della Capitale con la piantumazione di oltre 10mila alberi.

Il progetto interessa circa 180 ettari nell’area di Tor di Valle, 80% dei quali (circa 141,5 ettari) saranno spazi fruibili dal pubblico. Per quanto riguarda i lavori relativi agli spazi privati, il 12% dell’area (21 ettari) sarà destinato allo Stadio mentre il Business Park non occuperà che il 7% (12,5 ettari) dell’intera area interessata dal progetto. Circa il 30% (62 ettari) del progetto sarà destinato al verde pubblico.

 

Tags:
stadioromanuovoprogettoindottorecordoccupazionecrescitastudiola sapienzauniversità




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Freddo apocalittico in arrivo. Sarà l'inverno più freddo. Neve a Roma

Freddo apocalittico in arrivo. Sarà l'inverno più freddo. Neve a Roma

i più visti
i blog di affari
La fronda grillina sul caso Ischia-Genova una minaccia per l’alleanza pentaleghista e per la stabilità del governo Conte
di Angelo Maria Perrino
Università italiana, benvenuti nel nuovo feudalesimo capitalistico
di Di Diego Fusaro
Premiato alla Bocconi il Gruppo italiano Epta, leader nella refrigerazione
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.