A- A+
Roma
Stadio Roma, interrogato Malagò. Il “favore per Gregorio” chiesto a Parnasi

Stadio Roma, mentre Parnasi e i suoi manager rimangono in carcere dal 13 giugno, il piemme Barbara Zuin ha ascoltato il presidente del Coni, Giovanni Malagò.


Un'ora di colloquio, preceduta dalla presentazione da parte dei legali di una memoria difensiva con la quale Malagò avrebbe articolato il suo colloquio col costruttore Luca Parnasi, avvenuto l'11 marzo di quest'anno in un circolo sportivo, durante il quale, secondo gli inquirenti, Malagò avrebbe presentato tale Gregorio, compagno della figlia, “col preciso scopo di creargli un'occasione professionale”.

Tags:
stadio romaconimalagòparnasibarbara zuin







Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Europee, Olimpia Troili sexy candidata Pd: "Foto in bikini? Nulla di male"

Europee, Olimpia Troili sexy candidata Pd: "Foto in bikini? Nulla di male"

i più visti
i blog di affari
Ambiente, Zingaretti e l'epico errore nei manifesti. Pd sempre più tragicomico
di Diego Fusaro
Siri-Raggi, Di Maio vince il piatto scoprendo così il bluff di Salvini
di Angelo Maria Perrino
Ancip. Curarsi con l'ossigeno: quando ricorrere alla medicina iperbarica - OTI

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.