A- A+
Roma
Strade del Lazio nel sangue: incidenti mortali in aumento. È un 2017 nero

Strade di Lazio e Umbria insanguinate, aumentano gli schianti mortali ma, a sorpresa, si registrano incidenti in calo. La Polstrada, unico corpo che ha visto la fusione dei due compartimenti regionali, svela i dati relativi al 2017.

 

In campo in un anno di attività nelle due regioni 55.029 pattuglie di vigilanza stradale, nonché 1.570 pattuglie di polizia giudiziaria. Ben 155.054 invece le infrazioni contestate al codice delle strada, con  3.699 patenti di guida e 5.234 carte di circolazione ritirate. Decurtati complessivamente 172.525 punti. Come già accennato, il 2017 registra una lieve diminuzione nel numero complessivo degli incidenti (6.180, il 6,6% in meno rispetto al 2016) e di persone ferite (3.351, -15,1%). Aumentano invece gli incidenti con conseguenze mortali (85 incidenti rilevati, + 2,4%) ed le persone decedute (92 vittime, + 4,5%rispetto al 2016).

Particolare importanza è stata data poi ai servizi di contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti. I conducenti controllati con etilometri, alcool test e drug test nella regione sono stati 64.706 di cui 1.321 sanzionati. Nello specifico 1.162 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 159 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, mentre per le sole notti dei fine settimana sono state controllate 11.769 persone (il 49,5 % in più), tali servizi sono stati effettuati anche con la presenza dei medici della Polizia di Stato. Confiscati in totale 76 veicoli per guida in stato di ebbrezza alcolica con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l e per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

 La Polstrada del Lazio e dell'Umbria ha potenziato le verifiche dell'autotrasporto professionale, controllando 4.074 veicoli pesanti, nell'ambito di 202 servizi mirati: 2.151 le infrazioni accertate, 88 le patenti ritirate.
Particolare attenzione anche per il settore delle gite scolastiche: nelle due regioni sono stati controllati 1.322 pullman e contestate 202 infrazioni al Codice della strada, con 7 patenti ritirate. Oltre ai servizi mirati, sono stati organizzati posti controllo congiunti, lungo le principali strade statali e regionali, per il controllo dei veicoli in accesso ai capoluoghi, in collaborazione con le rispettive questure e i reparti cinofili della Polizia di Stato.

Nel corso di tali servizi sono stati sottoposti a controlli approfonditi 4.732 persone e 3.953 veicoli mentre 80 persone sono state denunciate; 809 le infrazioni al Codice della strada rilevate con il ritiro di 201 patenti di guida e 55 carte di circolazione. Nel 2017, complessivamente, sono state arrestate 128 persone, mentre altre 1.419 sono state denunciate in stato di libertà.

 

Tags:
stradelazioumbriasangueincidenti mortaliaumento2017polstradaroma

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Chi parla male di Atac viene licenziato, via Micaela Quintavalle, è ufficiale

Chi parla male di Atac viene licenziato, via Micaela Quintavalle, è ufficiale

i più visti
i blog di affari
Decreto Salvini, si chiama Mattarella, non mattarello
di Angelo Maria Perrino
Cara Milano, <i>Versace</i> da bere. Il creativo? E' a servizio del profitto
di Maurizio de Caro
A Bruxelles il nuovo ordine erotico genderizzato
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.