A- A+
Roma
Tessera del Pd bruciata, bufera M5S: “Renzi De Benedetti persone orribili”

Il caso Renzi-De Benedetti infiamma la campagna elettorale e il capogruppo del M5S capitolino Paolo Ferrara ne approfitta per raccogliere i delusi e farne nuovi elettori a 5 Stelle. Il messaggio lanciato su Facebook, però, è accompagnato da un video che fa scalpore: nel filmato alcuni ignoti bruciano la tessera del Pd, dandole fuoco con un accendino.

 

“Caro elettore del Pd, il 4 marzo si decide se iniziare a fare gli interessi degli italiani o continuare a fare quelli di chi governa e dei loro amici. Intanto dopo aver strappato la tessera di partito puoi iscriverti qui – scrive Ferrara postando il link della pagina del M5S - Non costa nulla, guarda un pò!”.

E se da un lato Ferrara si guarda bene dall'incitare i militanti del Pd a bruciare le proprie tessere, dall'altro la pubblicazione del video è un messaggio piuttosto esplicito: qualcuno già l'ha fatto, noi vi diamo un'alternativa politica.

 

Nel suo post Ferrara ricorda la vicenda della telefonata in cui l'imprenditore Carlo De Benedetti parla con un consulente finanziario in merito ad un presunto colloquio telefonico con Matteo Renzi sulla riforma delle banche popolari. Poi scrive: "Caro elettore del Partito Democratico lo so che ci rimani male nel sentire che 'Renzi ha parlato con De Benedetti dando un’informazione fondamentale che ha consentito all’editore de la Repubblica, La Stampa e l’Espresso di lucrare plusvalenze di 600 mila euro in tre giorni, mentre andavano in fumo i risparmi di migliaia di piccoli risparmiatori'. Stai pensando che sono persone orribili?”.

E poi rincara la dose: “Forse hai appena strappato o bruciato la tessera del partito pensando che tutto questo sia un sistema amorale, costruito su scambi di favori, informazioni privilegiate e speculazione finanziaria?”.

Il Pd non perde tempo e risponde, sempre su Facebook, dalla pagina del coordinatore romano Riccardo Corbucci che condivide una nota scritta a quattro mani col segretario del Pd romano Andrea Casu: “Il video condiviso dal capogruppo del M5S in Campidoglio Paolo Ferrara è grottesco e rappresenta un vile attacco, che non ha nulla di politico ma richiama al contrario sentimenti di odio e violenza. Il M5S chieda pubblicamente scusa e redarguisca il proprio capogruppo, che dovrebbe pensare ai tanti problemi che l’amministrazione di cui fa parte non sta nemmeno provando ad affrontare”.

Intanto il video ha raccolto oltre 5mila visualizzazioni, ma non si conosce ancora l'identità degli autori del gesto: “Cosa devo fare per bruciarla meglio?”, chiede uno di loro. “Ho pure un altro accendino, facciamo in due che facciamo prima”, risponde una donna.

 

Tags:
tessera pdfuocobruciatapaolo ferraravideofilmatoelezioniurnepolitiche4 marzoelettoririccardo corbucciandrea casumatteo renzim5sde benedettiscandalo

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Atac, fuorilegge i biglietti sui bus maggiorati di 0,50. Tradito il Metrebus

Atac, fuorilegge i biglietti sui bus maggiorati di 0,50. Tradito il Metrebus

i più visti
i blog di affari
Se Tria non condivide, si dimetta
di Angelo Maria Perrino
Caso Olimpiadi 2026, il neo-statalismo 5Stelle “non vede” la liberale Milano
di Ernesto Vergani
Cura di sé: quanto tempo ti dedichi? IL TEST

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.