A- A+
Roma

Tradito dalla partita della Lazio e dalla classica pizza. E' stato arrestato Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik, uno dei capi ultras della Lazio. Il tifoso era ricercato da circa un mese, quando era stata emessa nei suoi confronti e di altre sei persone una misura cautelare nell'ambito di un'inchiesta su un traffico internazionale si sostanze stupefacenti. Piscitelli è stato arrestato nella notte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Roma della guardia di finanza in una casa del quartiere Casalotti dove si nascondeva. A mettere sulle tracce le Fiamme Gialle proprio la fede laziale di Piscitelli.

video diabolik ultras


La sua cattura è degna di un film. I militari, appostati da mesi sono riusciti  a rintracciare la zona del covo e hanno messo in piedi un sistema di controllo di abitudini e movimenti sospetti. Al setaccio ogni evento o fenomeno “anomalo” come il ritiro e la consegna della biancheria sino ad 'un'ordinazione di pizza e birra in concomitanza dell'incontro di calcio Malta-Lazio. Seguendo meticolosamente, di giorno e di notte, gli spostamenti successivi dei favoreggiatori individuati e cogliendo ogni minima differenza rispetto alle quotidiane attività da questi svolte, nella tarda serata del 24 ottobre  Alessandro Telich (classe 1987) (arrestato e portato nel carcere di Regina Coeli), si recava nella zona nord ovest di Roma, parcheggiando la propria autovettura a diversi isolati dal luogo dove aveva trovato sicuro rifugio il latitante. Proprio la circospezione di quest’ultimo ed il lungo tragitto percorso a piedi, consentivano agli investigatori dell’antidroga del Gico di cogliere che qualcosa di strano stava accadendo: si era individuato il covo del latitate Fabrizio Piscitelli. Circondato l’edificio, non restava che attendere la fine della partita: con il fischio finale dell’arbitro terminava anche la latitanza del Piscitelli.


LE INDAGINI. Le indagini avevano consentito di far luce su un lucroso traffico di droga lungo l'asse criminale Spagna-Italia. Il 25 settembre scorso le fiamme gialle avevano arrestato, sulla base di un provvedimento cautelare del gip di Roma, quattro persone, mentre altre tre, tra cui appunto Piscitelli, risultavano ancora irreperibili. Alcuni dei sette indagati sarebbero risultati collegati al gruppo facente capo a Michele Senese.
Altre tre persone sono state arrestate dai finanzieri del Gico. Dopo mesi di intercettazioni telefoniche e complicati pedinamenti, specie nella zona sud-est della Capitale (La Rustica e comuni di Rocca Priora e Grottaferrata) le Fiamme Gialle hanno appurato l’esistenza di due agguerriti gruppi criminali, capeggiati, rispettivamente, da Paolo Diana (classe 1977) e appunto da Fabrizio Piscitelli.
CHI E' DIABOLIK. Conosciutissimo nella Capitale quale leader degli ultras della tifoseria laziale e è più volte assurto agli onori della cronaca giudiziaria locale (dal recente processo connesso alla scalata all’A.S. Lazio agli innumerevoli episodi di violenza negli stadi), unitamente a Elvio Gentili (classe 1965) e Sergio Campana (classe 1969), già arrestati, risultava aver organizzato e promosso l’importazione via mare in Italia, dalla Spagna, di 185 chili circa di hashish, sequestrati a Civitavecchia nel mese di dicembre del 2011.
IL CLAN. Anche Paolo Diana era a capo di un autonomo e strutturato sodalizio criminale, dedito all’importazione di droga dalla Spagna; unitamente a Rocco Gallo (classe 1983), calabrese di origine ma romano d’adozione, e al romano Simone Serafinelli (classe 1984), aveva organizzato e finanziato il viaggio dall’Italia alla penisola iberica del corriere rumeno Florin Valentin Buica, catturato a Roma a marzo 2012, trovato in possesso di hashish in ovuli, occultati all’interno del serbatoio di un’autovettura. Nell’occasione, sia il Diana che il Piscitelli erano riusciti a sottrarsi all’arresto. Il primo si è costituito il 7 ottobre presso il Commissariato “Prati” della Polizia di Stato, mentre il Piscitelli, forte degli appoggi e dei legami con la criminalità organizzata romana, era riuscito a far perdere le proprie tracce, muovendosi con una carta d’identità falsa. Tale espediente, tuttavia, non impediva ai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma di pervenire alla sua cattura, avvenuta nella nottata  all’interno di un anonimo appartamento sito nel quartiere Santa Gemma – Casalotti.
LA TECONOLOGIA. All’atto dell’irruzione, nell’appartamento venivano individuati, oltre alla moglie del ricercato, anche i due padroni di casa, C.M.F. (classe 1989) e T.P. (classe 1967), entrambi di origine romana e anch’essi tratti in arresto per favoreggiamento, ma posti ai domiciliari. Le successive perquisizioni del covo riservavano la scoperta di un ben più ampio scenario, consentendo il rinvenimento e sequestro, oltre a materiale evidentemente connesso ai ripetuti episodi di violenza negli stadi, quali mazze di legno, sfollagente, fruste varie, anche di asce, catane giapponesi, una pistola a salve e relativo munizionamento e, soprattutto, numerosissime apparecchiature tecniche di elevato livello tecnologico, del tipo “jammer” ovvero disturbatori di radiofrequenze e reti UMTS/GSM, sia fissi che portatili.

Tags:
fabrizio piscitellidiabolikultras laziolazio calciodrogagicoguardia di finanza




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

L'Atac la licenzia, il Codacons la premia: Quintavalle romana modello. Il caso

L'Atac la licenzia, il Codacons la premia: Quintavalle romana modello. Il caso

i più visti
i blog di affari
Manovra, l'Ue: "Violate le regole sul debito". Ecco il discorso dell'usuraio
Giuseppe Prinetti espone a Milano, via Santa Marta 8a. Presto fissata la data
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.