A- A+
Roma
Traffico internazionale di droga: sgominata la banda del litorale romano

Sgominata un'associazione criminale che si occupava di traffico internazionale di stupefacenti importando la droga dal Sudamerica. A capo della banda la Regina della neve, Bianca Zarfati, una pregiudicata che aveva rapporti diretti col fornitore peruviano di cocaina, hashish e marijuana.

 

In manette 12 componenti del gruppo che si occupavano di reperire, acquistare, trasportare e immettere sul mercato romano la droga. Le attività di indagine sono durate circa un anno e hanno portato alla luce una rete articolata che gestiva un un'attività criminale da centinaia di migliaia di euro. La droga veniva distribuita in maniera capillare a Roma attraverso decine di pusher, mentre la sede principale dell'attività si trovava a Fiumicino.
Circa 22 persone ruotavano attorno all'associazione e ognuno aveva un compito prestabilito: mentre la Regina della neve era la sola ad occuparsi delle funzioni organizzative e direttive, i suoi collaboratori consegnavano il denaro per l'acquisto della droga, la importavano direttamente dal Perù o la prelevavano da un aeroporto di Milano al suo arrivo in Italia. C'era poi chi custodiva i proventi delle cessioni e chi era addetto a occultare cocaina, hashish e marijuana. Diverse abitazioni servivano come base logistica per nascondere l'attività criminale. Negli appartamenti riconducibili al gruppo sono state trovati 150 mila euro provento dello spaccio, armi, cellulari e droga. Tra gli arrestati, di cui 5 in flagranza di reato, figurano italiani e in particolare romani, una cittadina bulgara, 3 donne peruviane ed un uomo di etnia albanese. Proprio le peruviane, grazie al loro passaporto, erano incaricate saltuariamente di recarsi di persona nel proprio Paese per importare gli stupefacenti.

 

 


La droga veniva chiamata attraverso dei nomignoli come “pasta”, “barilla”, “spaghetti” o “rigatoni” ma anche “spezzatino” o “crema”. La Polizia ha ritrovato anche 500 grammi di cocaina ben celata all'interno di una colomba pasquale la cui confezione sembrava perfettamente integra.
L'associazione aveva creato un vero e proprio cartello della droga imponendo i prezzi di mercato: 80 mila euro al chilo per la cocaina, 2.500 per l’hashish, 1.800 euro per la marijuana.

 

Tags:
drogatraffico internazionaleostiafiumicinoregina della neveassociazionearmicocainahashishmarijuanaperùsudamerica




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Estate 2019, addio depilazione totale. Monte di Venere: tornano i peli. Pochi

Estate 2019, addio depilazione totale. Monte di Venere: tornano i peli. Pochi

i più visti
i blog di affari
Contaminafro. Anna Scavuzzo alla kermesse multietnica di Fabbrica del Vapore
di Paolo Brambilla - Trendiest
Nuovi parametri per la nomina dell'organo di controllo e revisore nelle Srl
di Angelo Andriulo
A Milano nasce Codice Verde. Niente più code al Pronto Soccorso
di Paolo Brambilla - Trendiest

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.