A- A+
Roma
Zingaretti contro tutti: dal centrodestra ai 5S. Cangemi e Cavallari decisivi

Nicola Zingaretti contro tutti, dal centrodestra ai pentastellati di Roberta Lombardi, passando, forse, per Sergio Pirozzi. Le forze di opposizione della Regione al completo spingono per la mozione di sfiducia, con la Lega che mette con le spalle al muro i due “traditori”, oggi più decisivi che mai: Cangemi e Cavallari.

 

I due consiglieri appartenenti al gruppo misto finisco al centro dell'inizitiva, diventando, loro malgrado, l'ago della bilancia che potrebbe mantenere Zingaretti in sella o farlo cadere. Pino Cangemi ed Enrico Cavallari, rispettivamente eletti con Forza Italia e Lega, hanno infatti dalla scorsa estate aderito al famoso "Patto d'aula", entrando di fatto a far parte della maggioranza in aula e permettendo la governabilità della Regione Lazio. Un cambio di casacca "premiato" nel caso di Cangemi con il ruolo di vice presidente del Consiglio regionale. I due traditori del centrodestra offrono quindi proprio quei seggi decisivi, fin qui, per Zingaretti.

Una reltà che potrebbe cambiare a breve, se le opposizioni radunassero il numero di consiglieri adatti a far tremare il numero uno della Pisana. Con i penstallati di Roberta Lombardi che hanno già dato il proprio assenso alla mozione di sfiducia, seguita con molta probabilità da Sergio Pirozzi, i voti decisivi finirebbero tra le mani di Cangemi e Cavallari.

Un semplice calcolo numerico che non sembra esser sfuggito alla Lega, che, per bocca del capogruppo Tripodi, prima litiga a distanza con gli alleati di Fratelli d'Italia, poi annuncia il sostegno dell'ex sindaco di Amatrice e lascia intendere una resa dei conti con gli ex consiglieri di centrodestra al momento del voto: fedeltà a Zingaretti, e alle poltrone della maggioranza, o ai rispettivi schieramenti di provenienza.

“Fratelli d’Italia perde il pelo ma non il vizio! La paternità della mozione di sfiducia è di tutto il centrodestra: dal sottoscritto a Stefano Parisi, da Antonello Aurigemma a Massimiliano Maselli e Fabrizio Ghera - ribadisce Tripodi - L’obiettivo è quello di mandare a casa Nicola Zingaretti affinché i cittadini abbiano un Presidente di Regione che inverta la rotta su sanità, rifiuti, infrastrutture e agricoltura. Non è il momento dei passi in avanti, abbiamo bisogno di unità. Per questo è importante il sostegno dei 5 Stelle e in particolare, di Sergio Pirozzi, sulla cui sottoscrizione non avevo dubbi. Ora aspettiamo i due consiglieri del gruppo misto!”
 

Commenti
    Tags:
    cangemicavallariregione laziosfiduciazingaretticentrodestralegam5spirozziroma




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    “No al corpo nudo, il mio sguardo può bastare". La sfida della modella Manuela

    “No al corpo nudo, il mio sguardo può bastare". La sfida della modella Manuela

    i più visti
    i blog di affari
    Caso Bibbiano, odioso approfittare della fiducia dei bambini
    di Ernesto Vergani
    Pignoramento del Fisco: dopo 60 giorni è INEFFICACE
    Shanghai lancia lo Star Market, ed è subito un grande successo
    di Paolo Brambilla - Trendiest

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.