A- A+
Il Campione
Il campione/ Roberto Ferrari, da Radio Deejay al "Ferro social"

Roberto Ferrari è diventato famoso come conduttore, dal lontano 1996, del programma di Radio Deejay "Ciao belli!". Ciao belli! è diventato un'espressione comune, un intercalare, un modo di dire. Grazie alla simpatia e alla verve di questo storico personaggio della radio più di tendenza d'Italia. "Non siamo la radio più ascoltata: Rtl 102.5 ci batte. Ma siamo senz'altro la radio che lascia più il segno" conferma Ferrari. E il suo programma è tra quelli cult. Milanese, 48 anni, Roberto inizia la sua carriera nell'etere creando una radiolina privata, Radio Star. "Avevo 15 anni, il segnale veniva captato negli otto piani del mio condominio in via Sardegna" ricorda con tenerezza. Da teenager fa l'animatore estivo per la Valtur, e si diverte soprattutto quando sceglie e mixa le canzoni nella discoteca dei villaggi. Dopo il militare compra, con un amico, Radio City Milano, una delle prime radio libere; manda un provino alla allora nuova Radio Deejay; e da allora - era il 1988 - la sua storia si identifica con quella della radio di Linus e Albertino. Una radio parlata, molto parlata. Le altre sono radio di flusso: musica, tanta musica, e poche parole.

Deejay è diversa: musica, ma anche conduttori capaci di calamitare l'attenzione. Ferrari è tra questi. "Non avremmo problemi a fare un'ora di solo parlato - assicura. - La gente ci segue non per la musica, che è simile in tutte le grandi radio, ma per la nostra personalità. Non abbiamo il timer, come le altre radio; non dobbiamo smettere di parlare dopo un certo numero di secondi. Parliamo fino a quando sentiamo che è ora di mettere su una canzone. Insomma, siamo una radio che osa. E questo viene apprezzato." Il segreto del successo della sua quasi ventennale trasmissione? Ferrari non ha dubbi: " E' il divertirsi a farla. Dj Angelo, il co-conduttore, ed io ci divertiamo da pazzi. Così si divertono anche gli ascoltatori. Che sono affezionati, ma anche attenti e severi: se ci ripetiamo ci cazziano. Perché ci vogliono bene. E sentono che siamo i loro amici: ci ascoltano ogni giorno, siamo diventati quasi parte della loro famiglia".

La radio resta centrale nella vita di Ferrari. Ma lui va oltre. Da un anno ha dato vita a un seguitissimo social network, Ferro social, dove chiunque può aprire un suo canale tematico, con video e musica. "E' un grande contenitore: accanto al mio canale ce ne sono decine di altri, tra cui varie web tv. E chi è bravo e originale può avere un grande seguito" spiega. E poi Roberto è uno sportivo. Un runner, come Linus. E anche un canoista. Nel 1996 ha risalito l'Italia in canoa, da Gallipoli, sullo Jonio, fino a Lignano Sabbiadoro. E l'anno dopo è entrato nel Guinness dei primati percorrendo 223 chilometri in 24 ore nelle acque dell'Idroscalo di Milano. Imprese straordinarie. Che l'hanno spinto a creare la sua bibita energetica, Ferro Energy Drink. "Non pretendo certo di fare concorrenza alla Red Bull, ma benché sia nata come un gioco la Ferro Energy ha il suo giro di affezionati" sorride. - Amo spaziare, diversificare. Per divertirmi. Se riesco a farlo anche con una bevanda, ne ricavo uno stimolo in più."

Tags:
furlanferraricampioni
in vetrina
Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

i più visti
in evidenza
Brigitte Macron torna a insegnare Prof in una scuola per disoccupati

Affari Europei

Brigitte Macron torna a insegnare
Prof in una scuola per disoccupati


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp

Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.