A- A+
Il Campione
Sandro Celauro, una vita dedicata alle arti marziali. L'intervista

Sandro Celauro, 46 anni, uno dei massimi maestri di arti marziali in Europa. Un uomo che ha dedicato la vita ad approfondire le discipline di combattimento, viaggiando per il mondo per conoscere, scoprire, imparare. E che ha dedicato la vita a trasmettere non soltanto le nozioni tecniche, ma anche - e soprattutto - lo spirito delle arti marziali. Intese come scuola di vita. Di rispetto verso l'altro. E di disciplina verso se stessi. Nella sua scuola, in via Calocero a Milano, trovi genitori che portano i figli ad imparare come difendersi. E come crescere. imparando cose utili per la sua vita: come non essere vittima della violenza; come muovere armonicamente il corpo; come vincere la paura; come acquisire rigore, serietà e disciplina. "Ho avuto anche un allievo disabile, senza un braccio, con una mano che partiva dalla spalla - ricorda Celauro. - Lui pensava di non poter praticare, io gli ho spiegato che sta a me, il docente, adattare la disciplina a lui. E che il mio compito è fare sì che si cresca, si migliori tutti insieme.

Celauro ha iniziato a praticare judo da bambino. L'elenco delle arti marziali in cui si è cimentato è lungo: vietvodao, tai chi, taekwondo, sanda, aikido, kung fu... "Ho venerazione per tutte, ma ho trovato tutte le risposte che cercavo soltando nelle discipline del sud-est asiatico: kali, silat e panantukan - dice. - Sono tutte belle, ma non tutte possono essere praticate a una certa età. Invece queste discipline vanno bene per tutti. Perché si basano soprattutto sull'uso degli avambracci. E gli avambracci sono la parte del corpo che invecchia più lentamente."

Celauro conosceil kali nel 1990, quando in Europa è sconosciuto. Nelle Filippine vede un maestro 85enne in azione. "Era talmente veloce nei movimenti che facevo fatica a seguirlo" ricorda. Resta sbalordito. Ed è amore a prima vista. Così come è stato amore a prima vista quello per sua moglie Elma, filippina. La conosce a Milano, dove abita. Lei abitava al terzo piano, lui al quarto. Un giorno vede una bella ragazza che si sta sporgendo dal balcone per imbiancare. Lui teme che possa cadere, le dice di stare attenta. Inizia la conversazione. Che da allora non si è più fermata. Oggi hanno un figlio, Kevin, anche lui maestro di arti marziali filippine.

Ogni estate Sandro e famiglia vanno nelle Filippine. Due mesi con i nativi degli slums, in baracche di lamiera. Senza aria condizionata, senza luce e senza finestre. Per condividere la loro vita. Per ricordare a loro figlio da dove viene. E per apprezzare di più ciò che hanno. E, quando arriva il momento degli esami per il passaggio di cintura - Sandro li fa durare ben otto ore. "Voglio capire quanto l'allievo è maturato, nella tecnica e nel carattere - dice. - Non è una gara con gli altri, ma con se stessi. Per crescere ogni giorno di più."

Mario Furlan

Tags:
sandro celauromaestriarti marzialieuropa
in vetrina
FRANCESCA CIPRIANI, SENO SPETTACOLARE: CHE VIDEO! E poi... Le foto delle Vip

FRANCESCA CIPRIANI, SENO SPETTACOLARE: CHE VIDEO! E poi... Le foto delle Vip

i più visti
in evidenza
Icardi, Wanda Nara spiazza tutti 'Magari qualcuno all'Inter gli ha...'

Maurito, rivelazioni a Tiki Taka

Icardi, Wanda Nara spiazza tutti
'Magari qualcuno all'Inter gli ha...'


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova Porsche Taycan: la rivoluzione comincia dagli interni

Nuova Porsche Taycan: la rivoluzione comincia dagli interni


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.