Job Cafè/ Il social network diventa professionale

Martedì, 17 marzo 2009 - 09:44:00

Di Rosamaria Sarno

Job Cafè/ Consulenza? Sì, grazie!

Job Cafè/ Il calendario della formazione manageriale – marzo 09

In mezzo a tanta gente che piange qualcuno che ride, o almeno sorride, c’è: sono i proprietari e i manager dei Business Social Networks (BSN) che stanno sbancando su internet, in affiancamento e sempre più spesso in alternativa ai social network generalisti come Facebook e Myspace. Perché queste nuove reti, specializzate e focalizzate sulle relazioni professionali e di affari, attraggono sia chi è già dentro la business community sia chi ci vuole entrare. Nomi poco conosciuti fino a uno-due anni fa, oggi sono più spesso sulla bocca – e sulla tastiera – di quadri, dirigenti, professional, imprenditori: Linkedin, Viadeo, Xing in primis. Multinazionali del settore con milioni di iscritti e una presenza crescente anche in Italia. In questi giorni nel nostro paese, a Milano, è stato aperto l’ufficio italiano di Xing, azienda tedesca seconda operatrice mondiale del settore con oltre 7 milioni di iscritti. Country Manager è Cipriano Moneta, una lunga esperienza ai vertici italiani ed europei di Monster, la più importante azienda di recruiting on line nel mondo. A lui chiediamo un’analisi del mercato e le strategie di Xing per l’Italia.


Cipriano Moneta

Come cambia l'approccio alla ricerca di lavoro con i social network professionali?
"I social network professionali si aggiudicheranno un ruolo ben definito nel mercato del cerca/trova lavoro, distinguendosi e accreditandosi agli occhi del grande pubblico con una modalità del tutto diversa rispetto ai player tradizionali. Contrariamente ai siti di recruiting on line, per esempio, un BSN come Xing è in grado di introdurre i propri utenti a tutto tondo nell’ecosistema delle relazioni professionali, incrementando in maniera significativa le opportunità di conoscere persone e situazioni adatte alla propria crescita lavorativa o al proprio business. I meccanismi di relazione sono alla base di ogni possibile accordo o collaborazione ed è proprio su questo che punta Xing".

Ci spieghi questi meccanismi
"Grazie alle funzioni avanzate di ricerca e gestione dei contatti, gli iscritti avranno per esempio anche la possibilità di individuare professionisti, intessere rapporti commerciali e usufruire di opportunità e offerte personalizzate, anche in ambito lavorativo. Non saranno quindi le offerte di lavoro ad essere al centro del BSN, ma un più ampio e articolato ambiente di socializzazione professionale on line che tra le altre cose prevede una piattaforma di marketplace. Questo significa che cambierà anche l’approccio stesso degli iscritti, che non cercheranno lavoro tout court concentrandosi nella consultazione degli annunci ma avranno modo di vivere un’esperienza di “job seeking” a tutto tondo, intessendo direttamente on line rapporti con loro possibili datori di lavoro futuri".

A suo parere i BSN rappresentano una opportunità o una minaccia per le società di executive search tradizionali e per quelle on line?
"Il mercato è ancora agli albori in Italia, ma secondo una ricerca condotta da Robert Half international in Canada e Stati Uniti, il 67% dei manager considera i siti di social network professionali utili per reclutare nuovi dipendenti. Questi dati sono la conferma che lo scenario di mercato per trovare lavoro e costruire e coltivare relazioni che contano sta cambiando, prendendo una direzione che va ad abbracciare l’intero ecosistema del mondo del lavoro senza necessariamente limitarsi all’annuncio pubblicato da un’azienda".

Quali sono i punti salienti della strategia di Xing per consolidarsi sul mercato italiano?
"La localizzazione della piattaforma in lingua italiana è alla base di ogni strategia: parlando ai nostri utenti iscritti nella lingua madre, vogliamo abbattere ogni barriera, dato che la padronanza di una lingua straniera non è da tutti; Xing vuole invece essere uno strumento accessibile a tutta la popolazione italiana, per trovare lavoro e fare business in modo efficace. Un altro fattore strategico riguarda la rete di relazioni che gli utenti iscritti  stabiliscono virtualmente su Xing: la conoscenza non si esaurisce on line, ma si può approfondire di persona attraverso la nostra sezione eventi sempre molto ricca e affollata – solo nel 2008 sono stati organizzati oltre 100.000 incontri. Dando la possibilità ai gruppi di incontrarsi anche off line le opportunità di creare relazioni solide e vantaggiose aumentano. Ecco perché ci concentreremo nei prossimi mesi all’identificazione di nuovi ambassador di Xing sul territorio nazionale".

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA
In Vetrina