A- A+
Il notaio conferma?
Divorzio breve: come cambia lo scioglimento della comunione dei beni

a cura del Consiglio Nazionale del Notariato

La legge sul “divorzio breve” ha accorciato di molto i tempi che due coniugi separati devono attendere per poter chiedere il divorzio. Se si sono separati: 

-  giudizialmente: devono lasciar passare almeno 12 mesi (anziché gli originari tre anni) tra la comparizione davanti al presidente del tribunale e la presentazione della domanda di divorzio (sempre che nel frattempo diventi definitiva la sentenza di separazione);

- consensualmente: devono lasciar passare almeno 6 mesi gli originari tre anni) tra la comparizione davanti al presidente del tribunale e la presentazione della domanda di divorzio (sempre che nel frattempo diventi definitiva la sentenza di separazione); (anziché gli originari tre anni) tra la sottoscrizione del verbale di separazione davanti al giudice delegato dal collegio e la proposizione della domanda di divorzio (sempre che nel frattempo la separazione venga omologata)

L’anticipazione dei tempi per la richiesta e l’ottenimento del divorzio avrà un sicuro impatto anche per quelle coppie che manifestano estrema preoccupazione per il caso in cui uno dei coniugi, nel corso della  procedura, muoia: in tal caso, come è noto, il coniuge separato e non ancora divorziato gode degli stessi diritti successori del coniuge non separato, con evidente impatto negativo sulle sistemazioni familiari. La legge sul divorzio breve introduce infatti un’importante novità in merito all’anticipazione dei tempi in cui la comunione legale dei beni vigente tra una coppia di coniugi separandi, deve intendersi definitivamente sciolta. Prima della entrata in vigore della legge in questione, la comunione legale si considerava sciolta, nel caso di separazione:

- giudiziale: dal momento del passaggio in giudicato della relativa sentenza (cioè dal momento in cui la sentenza fosse arrivata in Cassazione, ovvero quella di primo e/o di secondo grado non fosse stata più impugnata da nessuna delle parti coinvolte);

- consensuale: dal momento in cui il decreto di omologazione diventava definitivo.

E’ chiaro quindi come il vecchio regime creasse una paralisi nella vita “patrimoniale” di coniugi separandi i quali, nel corso de giudizio che poteva trascinarsi anche anni ed anni, non potevano rendersi acquirenti per proprio conto di alcunché, senza rischiare la caduta in comunione legale del loro acquisto, con conseguente cointestazione per il 50% dello stesso, all’altro coniuge.

La nuova legge sul divorzio breve ricollega il momento della cessazione della comunione legale quando i coniugi separandi

- giudizialmente: si vedono autorizzati dal Presidente del Tribunale a vivere separati (cosa che accade nelle prime battute del giudizio) senza dover attendere il passaggio in giudicato della sentenza. In tal caso è previsto che l’ordinanza del giudice a vivere separati venga notificata dalla Cancelleria all’Ufficiale dello Stato Civile in modo che essa risulti dall’estratto riassunto dell’atto di matrimonio;

- separazione consensuale: sottoscrivono davanti al Presidente del Tribunale il verbale di separazione consensuale (purché  questo sia successivamente omologato) e senza dover attendere la definitiva omologa dell’accordo

Tags:
divorzio

in vetrina
Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

i più visti
in evidenza
Macigno sul Grande Fratello Vip L'amara scelta di Mediaset

Ascolti flop

Macigno sul Grande Fratello Vip
L'amara scelta di Mediaset

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.