A- A+
Il notaio conferma?
Eredità: quando e come si può rinunciare?

La rinunzia all’eredità è un atto con il quale l’erede dichiara di non volere accettare l’eredità: in questo modo egli rimane estraneo alla successione, con la conseguenza, tra l’altro,  che nessun creditore potrà rivolgersi a lui per il pagamento dei debiti ereditari. Il chiamato all’eredità che fa la dichiarazione di rinuncia viene considerato come se non  vi fosse mai stato chiamato.

La rinuncia all'eredità va fatta con una dichiarazione:

 ricevuta da un Notaio 

 ricevuta dal Cancelliere del Tribunale del circondario in cui si è aperta la successione (Cancelleria della Volontaria Giurisdizione). La dichiarazione di rinuncia non deve prevedere alcuna condizione né termine. Non è neanche ammessa la rinunzia parziale (ad esempio, non si può dichiarare “rinuncio all’eredità limitatamente alla moto del defunto, ma accetto la sua casa). In caso contrario, la dichiarazione è nulla (ossia non produce nessun effetto). Se la rinuncia viene fatta dietro corrispettivo o a favore di alcuni degli altri soggetti chiamati all’eredità, ciò comporta l’effetto contrario, ossia l’accettazione dell’eredità.

In altri termini se Tizio muore e lascia eredi Caio, Sempronio e Mevio, qualora Caio dichiari di rinunziare a favore del solo Sempronio (con o senza corrispettivo) egli diventa comunque erede e risulterà aver venduto o donato la sua quota a Sempronio. Il diritto di accettare - e quindi di rinunciare - all'eredità si prescrive (cioè può essere esercitato) entro dieci anni dal giorno della morte del defunto, salvo che il chiamato non si trovi nel possesso dei beni ereditari. In questa ultima ipotesi egli ha tempo tre mesi. Che cosa accade all’eredità se il soggetto chiamato fa la dichiarazione di rinuncia? A chi spettano i beni? In linea di massima, qualora chiamato all’eredità è figlio o fratello del defunto, la sua rinunzia comporta la devoluzione del diritto di accettare in favore dei propri discendenti in linea retta all’infinito (cd diritto di rappresentazione).

Ecco perché occorre prestare molta attenzione quando la rinunzia viene fatta per sottrarsi a passività ereditarie, in quanto la stessa può trasformarsi in un boomerang per i propri figli. In mancanza di discendenti la quota del rinunziante va devoluta, nelle successioni legittime (quelle in assenza di testamento), ai parenti che sarebbero stati chiamati qualora il rinunziante non fosse mai esistito. Nelle successioni regolate da testamento, la rinunzia può dare vita al diverso fenomeno dell’accrescimento o della sostituzione. Un esempio di accrescimento: Tizio muore con testamento, lasciando i suoi averi a Caio e Sempronio in parti uguali tra loro. Nel proprio testamento Tizio non ha stabilito alcunché per il caso in cui Caio o Sempronio rinuncino all’eredità. Effettivamente Caio rinuncia all’eredità: la sua quota di Sempronio aumenta. Un esempio di sostituzione: Tizio muore con testamento, lasciando i suoi averi a Caio e Sempronio in parti uguali tra loro. Nel proprio testamento Tizio ha previsto che per l’ipotesi in cui taluno dei chiamati non possa o non voglia accettare, gli venga sostituita la fedele Perpetua. Effettivamente Caio rinuncia all’eredità: la sua quota viene devoluta a favore di Perpetua.

Tags:
eredita

in vetrina
Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

i più visti
in evidenza
Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

Novità editoriali

Da Picasso all'arte islamica in Iran
Jaca Book, ecco i libri in uscita

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.