A- A+
Action woman
Ecco come una donna può evitare abbracci indesiderati

Un istruttore esperto di difesa personale vi dirà che per strada non è mai conveniente dare la mano a degli sconosciuti. Per due motivi: il primo perché ci porta molto vicino all’altra persona, mentre sarebbe prudente mantenere una certa distanza di sicurezza quando si parla in strada con chi non si conosce (idealmente la distanza dovrebbe essere di almeno un metro e mezzo, anche se in realtà la distanza da mantenere dovrebbe essere superiore alla lunghezze della gamba dell’altro; potete immaginare facilmente il motivo). Secondariamente perché afferrando la nostra mano lo sconosciuto potrebbe approfittare per strattonarci, tirarci a lui, colpirci, senza avere la possibilità di fuggire (appunto perché bloccati dalla presa).

Quando ero formatore nazionale e presidente dei City Angels Italia, ogni volta che nel corso di formazione sconsigliavo gli aspiranti di dare la mano ai senza tetto incontrati per strada (soprattutto per le ragioni sopra indicate ma non solo per quelle), c’era sempre il volontario, intelligente, che mi chiedeva come potere evitare di dare la mano a chi la porgeva, senza creare attriti, tensioni, imbarazzi, insomma un modo che non facesse apparire come uno sgarbato rifiuto il non dare una mano a chi la porge. Il modo c’è, anche se qui sorvolo per ragioni di spazio e tempo. Però l’esempio mi serve per fare capire il problema che una donna può avere quando riceve delle attenzioni fisiche sgradite, apparentemente innocenti, da parte di uomini e non sa come prevenirle, o evitarle, senza creare imbarazzi e tensioni verso il rifiutato. Facciamo un esempio. Supponiamo che sei in ufficio, nella pausa, davanti alla macchinetta del caffè. Arriva il tuo diretto superiore e ti chiede se gentilmente gli puoi offrire il caffè perché lui ha la chiavetta senza credito.

Ti offri volentieri e lui riconoscente, si profonde in un gesto di riconoscenza avvicinandosi a te e tentando di darti un bacio sulla guancia, magari dicendoti che sei un angelo. Faccio un esempio ancora più chiaro. Vi incontrate tra colleghi, scambiate due parole, magari anche dopo una riunione, e al momento del commiato, mentre allunghi una mano per salutare un collega, lui non solo ricambia la stretta ma si avvicina al tuo volto per darti un bacio sulla guancia, o peggio ancora, invece di darti la mano, ti prende per le spalle e tenta abbraccio che tu non gradisci. Cosa fai? Come ti comporti? Subisci o reagisci? Prima di rispondere devi sapere che se subisci e accetti il bacio, stai aprendo una autostrada al tuo collega, è come se gli dicessi: accomodati! Col rischio che ogni occasione di saluto diventi sempre più frequente e il bacio sempre più intimo, con una escalation che può diventare incontrollabile.

A quel punto, quando si sarà superato il limite, e le avances saranno diventate inaccettabili, l’azione di respingimento dovrà essere forte e decisa, ma potrà anche creare un forte risentimento, rancore, perché il collega non si spiega più come mai tu gli neghi adesso delle libertà che fino a quel momento avevi concesso. Oppure al primo tentativo di bacio, ma potrebbe essere un abbraccio o qualsiasi gesto intimo non accettato, reagisci subito. In modo carino, garbato, ma deciso. Per esempio, se mentre dai la mano lui prova ad avvicinarsi, tieni il braccio rigido. Lui sentirà che sei rigida, non disposta e capirà che non vuoi farlo avvicinare, ma il gesto all’esterno passerà del tutto inosservato. Il collega tenta di abbracciarti? Tu metti le tue mani all’altezza delle sue scapole, allunga le braccia e accenna leggermente ad allontanarti, accenna appena, ma tieni le braccia rigide in modo che lui faccia difficoltà ad avvicinarsi a te e completare l’abbraccio. Capirà immediatamente. E se tutto questo non bastasse e qualche collega fosse insistente, parlare con lui a 4 occhi e dichiarare il disagio nell’essere baciata e abbracciata da sconosciuto, certamente sarà un buon deterrente, specialmente se aggiungerete che purtroppo è più forte di voi, ma quando venite abbracciate e baciate da chi non è una persona intima, automaticamente vi viene da gridare! State sicure che la prossima volta passerà a qualche metro da voi quando vi incrocerà nel corridoio.

 

Lorenzo Masini, leggi il suo blog

Hai delle domande? Scrivimi mail: lorenzo@lorenzomasini.it

Vuoi conoscere le prossime date dei corsi Action Woman? Vai sul sito: www.actionwoman.org

Tags:
action womandonnaabbracci

in vetrina
Elettra Lamborghini al Grande Fratello Vip 3? Macché: a Ex on the Beach Italia

Elettra Lamborghini al Grande Fratello Vip 3? Macché: a Ex on the Beach Italia

Advertisement
Advertisement
i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Ronaldo visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Ronaldo visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Concept Smart Jacket: l’idea Ford pensata per i ciclisti

Concept Smart Jacket: l’idea Ford pensata per i ciclisti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.