E l’antropologo della mente?

a cura di Alessandro Bertirotti

A- A+
E l’antropologo della mente?

L'essere umano è decisamente un vivente particolare, ossia talmente specifico nelle sue caratteristiche da sembrare spesso molto originale, persino rispetto ai propri simili. In realtà, sono molti gli aspetti che accomunano le molteplici differenze individuali, e grazie a queste comunanze riusciamo a stare assieme, anche all'interno di ampie società, come fossimo un tutto unico.

 

In effetti, quando ci si sente di appartenere ad un gruppo si prova un sentimento di inclusione, grazie al quale le proprie azioni dipendono anche da quelle altrui, e questo avviene con maggiore forza se all'interno del gruppo partecipiamo alla circolazione delle emozioni. Quando, invece, non ci sentiamo in sintonia emozionale con i membri del gruppo cui apparteniamo, si sviluppa in noi la convinzione che le nostre azioni dipendano esclusivamente da noi, sia nel positivo che nel negativo.

 

In altre parole, l'esecuzione di azioni che siano il frutto di emozioni non condivise alimentano poco a poco l'idea nell'individuo di essere il solo fautore delle azioni stesse. Quando crediamo di eseguire azioni, oppure compiti, provando emozioni originali, ossia proprie e che gli altri non provano, costruiamo in noi la convinzione di essere uniciirripetibili e persino formidabili.

Ogni forma di condivisione emozionale rassicura la nostra identità, perché ci fa sentire appartenenti ad un gruppo che ci protegge, grazie al fatto che la nostra evocazione emozionale riporta la mente al proprio sentimento di appartenenza, mitigando la pretesa megalomane di esclusività, e, nel contempo, veicolando le azioni in direzione della comunità.

 

Queste considerazioni sono alla base, secondo la mia impressione, della attuale situazione quasi alienata in cui moltiadulti della nostra società si sentono tanto isolati quanto esclusivi, tanto incompresi quanto abbandonati.

 

In realtà, sono le emozioni condivise che dobbiamo recuperare, quelle che ci permettono di percepire che ogni nostro progetto di vita dipende dalla partecipazione reale e concreta alla vita altrui, proprio come accadeva tanti anni fa, quando la realtà culturale italiana era per lo più legata alle tradizioni contadine.

 

La nostra derivazione medievale, quella in cui il microcosmo economico racchiuso all'interno delle mura era l'effetto di vita reale, anche nei suoi crudi aspetti di sopravvivenza, portava tutti gli uomini a dovere, per necessità, dipendere gli uni dagli altri. Con l'avvento della modernità, l'aumento delle convinzioni secondo cui i risultati delle nostre azioni sono essenzialmente il frutto della nostra volontà, abbiamo finito con il credere che sia sufficiente “volere” per raggiungere i nostri scopi.

 

E così abbiamo dimenticato che la formazione della nostra identità dipende quasi interamente da coloro che ci hanno cresciuto ed hanno vissuto lunghissima parte della loro vita accanto a noi, magari silenziosamente ma quotidianamente.

L'AUTORE - Alessandro Bertirotti è nato nel 1964. Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica di Pescara e laureato in Pedagogia presso l'Università degli Studi di Firenze. È docente di Psicologia Generale presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Genova e Psicologia del rischio presso la Facoltà di Ingegneria di Palermo. Il suo sito è www.alessandrobertirotti.it

Tags:
essere umano
in vetrina
Grande Fratello 2019, MILA SUAREZ: CONFRONTO CON ALEX BELLI. NOMINATION E...

Grande Fratello 2019, MILA SUAREZ: CONFRONTO CON ALEX BELLI. NOMINATION E...

i più visti
in evidenza
Ratajkowski versione coniglietta Emily scalda la rete. LE FOTO

Show della modella juventina

Ratajkowski versione coniglietta
Emily scalda la rete. LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel Insignia: quando l’ammiraglia si da’ all’off-road

Opel Insignia: quando l’ammiraglia si da’ all’off-road


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.