E l’antropologo della mente?

a cura di Alessandro Bertirotti

A- A+
E l’antropologo della mente?
Solo le donne potrebbero salvarci...

di Alessandro Bertirotti

Vi è un'antica tragedia greca intitolata Lisistrata di Aristofane, rappresentata per la prima volta in Grecia nel 411 a.C., nella quale si vede come le donne riescono a mettersi d'accordo per non concedere più nessun piacere sessuale ai mariti che si trovano perennemente in guerra. Se i maschi soldati vogliono giacere con loro, tra l'affetto delle mura domestiche, devono smettere di andare in guerra e trovare qualche espediente intelligente per fare la pace.

Sì, fare la pace, perché la pace la si fa e non la si professa. Ossia, è proprio mentre la si fa che la si professa veramente, altrimenti, in altri modi, diventa solo un mero esercizio di retorica, persino di basso livello stilistico.

È anche vero che in questo mondo siamo oramai abituati al livello basso, specialmente della politica delle grandi organizzazioni. Sto pensando all'ONU, alla FAO, all'UNESCO: tutte istituzioni che io ricordo esistenti fin da quando ero un bambino, e già allora continuavano a morire di fame circa 35.000 bambini al giorno.

Ora, che ho cinquant'anni, i bambini che muoiono di fame sono circa 42.000 al giorno, e queste grandi organizzazioni non sono riuscite a debellare un granché. Ecco perché ho l'impressione che questo tipo di politica mondiale non sia altro che una grande e megalomane mitologia moderna.

Forse le cose potrebbero andare meglio se seguissimo l'idea che una amica di fb ha postato qualche giorno fa sulla mia pagina personale. Sabina Gatti scrive letteralmente così, come risposta alla mia idea di annullare la finale della Coppa del Mondo di calcio, per indurre Israele e la Palestina a smettere quella loro tragicommedia: "E io ho pensato e ripensato e mi sono data questa risposta:  che le donne potrebbero organizzarsi e dire basta! Noi i nostri figli non li mandiamo in guerre/missioni di pace per ammazzare i figli delle altre donne! Ma nelle nostre società malate troppo pochi sono interessati a spezzare il circolo vizioso della violenza".

Sarebbe decisamente un'ottima idea e penso che solo quelle donne che effettivamente sono nelle condizioni mentali di ricordare a tutti noi quanto sacra (in senso letteralmente e totalmente laico, utilizzo questo termine e in questo contesto) una vita cresciuta prima nell'utero e dunque nel mondo.

Ma ci sono donne di questo tipo ancora?

Lo spero, perché quello che resta di peggio di questa umanità sembra oggi appartenere alla maggioranza di uomini che, per qualche ragione oscura, riescono sempre a prendere il potere e giocare da anni ad una guerra che uccide davvero. Uccide subito, con le migliaia di persone, bambine e bambini, che muoiono sotto il fuoco "amico" e "nemico", ed uccide in differita quando sopravvivono i segni, nel corpo e nella mente, di quello che accade quando due popolazioni utilizzano pretestuosamente il loro Dio per dichiararsi eredi di qualche pezzo di terra.

Senza contare che su questo mondo abbiamo tutto in prestito, e che lasciamo tutto qua, portando con noi la sola cosa essenziale che abbiamo in comune con tutti: la nostra nudità e i pensieri che siamo stati in grado di elaborare partendo da essa, quando eravamo in vita.

Tags:
donne
in vetrina
Chiara Ferragni mostra il lato B durante il massaggio. Le foto delle vip

Chiara Ferragni mostra il lato B durante il massaggio. Le foto delle vip

i più visti
in evidenza
Amori, tradimenti e colpi di scena Che coppie bollenti sull'Isola

Temptation Island al via

Amori, tradimenti e colpi di scena
Che coppie bollenti sull'Isola


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroen: 100 anni di storia ed esperienza

Citroen: 100 anni di storia ed esperienza


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.