A- A+
Food da non usare
Peck, è Massimo Furlan il nuovo ad

Peck, il marchio icona di Milano che da oltre 130 anni rappresenta in città e all’estero l’eccellenza della gastronomia italiana, annuncia la nomina del nuovo Amministratore Delegato Massimo Furlan, in carica dallo scorso 1 aprile 2015.

LA PROPRIETÀ - Esattamente 2 anni prima, nell’aprile 2013, la proprietà è passata in toto dalle mani della famiglia Stoppani - che la aveva gestita per 43 anni - a quelle di Pietro Marzotto, che nel 2011 ne aveva già acquisito il controllo. La scelta di chiamare Massimo Furlan rientra nella visione strategica dei Marzotto. Veneto, poco incline alle convenzioni, uomo di poche parole ma di molti fatti, è stato General Manager del Pelican Hotel, l’albergo Diesel di Renzo Rosso a Miami Beach dalla start-up nel 1994 al 2006. Rientrato in Italia, per 9 anni (dal 2007 al marzo 2015) ha ricoperto la carica di Food & Beverage Director de la Rinascente occupandosi di planning food retail, dove con l’apertura delle Food Hall nei diversi department store dell’azienda ha portato i fatturati da 2.600.000 a oltre 30 milioni di euro. “Da sempre, Peck è conosciuta per la ricerca maniacale della qualità e per la cura di ogni singolo prodotto. L’arrivo di un top manager quale Massimo Furlan - spiega Leone Marzotto, Vice Presidente della Società - aggiunge a quanto sopra maggiore organizzazione ed efficienza, ed un’esperienza internazionale nel retail e nella ristorazione, qualità preziose anche per lo sviluppo del marchio all’estero”. Da parte sua Massimo Furlan ha una visione ben chiara sul futuro del marchio: “Rendere Peck un piacere quotidiano, all’insegna dell’indulge yourself”.

I PUNTI CHIAVE DI PECK - Tradotto in azione questo per Peck significa: Brand identity: valorizzare la storia e la tradizione del marchio, interpretandola in chiave moderna con nuove modalità e verso nuovi target. Lifestyle: vissuto nelle diverse realtà di Peck, il flagship store di Via Spadari 9, i ristoranti Al Peck e Peck Italian Bar e il servizio catering. Ricerca incondizionata della qualità: ogni prodotto è frutto di un’attenta selezione e di una lavorazione basata su regole e conoscenze della materia prima, consolidate nel tempo. A questa si aggiunge la creatività del protagonista delle cucine, il già stellato chef Matteo Vigotti. Cultura del servizio al cliente: inteso come impegno costante per migliorarne la qualità. Il nuovo orario di apertura - che include la fascia serale e la domenica - rappresenta infatti la volontà di offrire un servizio al cliente sempre più alto. Espansione all’estero: nelle maggiori capitali internazionali portare l’enogastronomia italiana di alto livello.

Tags:
peckfurlanadmilano

in vetrina
Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

i più visti
in evidenza
Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

Novità editoriali

Da Picasso all'arte islamica in Iran
Jaca Book, ecco i libri in uscita

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.