Europa, passaparola

di Antonio Panzeri

A- A+
Europa, passaparola
Una nuova Pac per ridisegnare il futuro dell'agricoltura in Italia

La politica agricola comune è uno dei settori nei quali l'UE ha deciso di investire di più. Tutelare l'agricoltura non significa soltanto garantire posti di lavoro, ma anche salvaguardare le specificità delle produzioni europee e la qualità dell'ambiente.

La PAC 2014-2020 è la prima sulla quale il Parlamento abbia potuto offrire un contributo al processo decisionale.

Grazie all'apporto dei deputati eletti dai cittadini, la nuova PAC distribuirà le risorse in maniera più equa e cercherà di garantire il bilanciamento di sicurezza alimentare e tutela ambientale.

Per il nostro Paese, che può vantare produzioni agricole di altissimo livello, la PAC è di fondamentale importanza. I fondi erogati dall'Europa sostengono le aree svantaggiate, i piccoli agricoltori e chi si occupa della tutela ambientale.

Ecco cosa cambia con la nuova PAC 2014-2020

1. Una distribuzione più equa dei fondi diretti

La nuova PAC vigila in maniera più decisa sull'erogazione dei fondi diretti, assicurandosi che vengano percepiti solo da agricoltori in attività.

Alcune categorie potranno godere di fondi diretti maggiori rispetto ad altre. Per esempio, l'UE sostiene l'agricoltura giovanile versando un 25% di fondi in più per i primi 90 ettari. Ma anche i piccoli agricoltori vengono tutelati con fondi appositi.

Questo nuovo quadro, grazie al principio della degressività, attribuisce meno fondi alle grandi concentrazioni di terreno, trasferendo parte delle risorse dalle grandi imprese ai piccoli e giovani agricoltori.

2.Più attenzione alla tutela dell'ambiente

Il 30% dei bilanci degli Stati Membri destinati ai pagamenti diretti potranno essere spesi soltanto se verranno rispettate alcune misure ecologiche obbligatorie.

L'Europa ha infatti stabilito i principi della diversificazione delle colture, il mantenimento di prati permanenti e la creazione di aree ecologicamente orientate.

Chi non rispetta le misure ecologiche rischierà di perdere i nuovi sussidi ambientali, che verranno progressivamente reintegrati, e di incorrere in sanzioni (introdotte dopo due anni dall'entrata in vigore).

3.Nuovi strumenti per la gestione delle crisi

Negli ultimi anni, la volatilità dei mercati di prodotti agricoli ha causato non pochi problemi. Ecco perché l'Unione Europea ha messo in campo nuovi strumenti per la gestione delle crisi, promuovendo il ruolo di coordinamento delle organizzazioni degli agricoltori.

In questi mesi tutti gli Stati membri stanno mettendo in atto le misure per trasferire la PAC nell'ordinamento nazionale. Se questa fase andrà a buon fine, anche in Italia gli agricoltori potranno godere di regole più moderne, che danno la priorità all'efficienza produttiva e alla sostenibilità ambientale.

INSERZIONE A PAGAMENTO

Tags:
pacagricolturaeuropa

in vetrina
Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

i più visti
in evidenza
Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

Chiesa

Nuovo testo per il "Padre Nostro"
Cambia il passo sulla tentazione

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.