A- A+
Lettere allo Psicologo
Come individuare ciò che rende felici? I consigli dello psicologo

RICHIESTA: mi sento confusa, non so cosa scegliere, che mi consiglia di fare?

 

Salve dott.,

le scrivo per chiederle un aiuto riguardo una situazione che sto vivendo e che ultimamente mi sta peggiorando l'umore.

Sono una ragazza di 19 anni, ho appena finito il primo anno di Architettura con risultati più che buoni.
Tuttavia, circa a partire dall'inizio dell'estate, ho cominciato a provare malessere, causato da alcune questioni che, nonostante il mio grande impegno, non riesco più a gestire: ed è per questo che mi rivolgo a lei.

Sono totalmente spaventata dal mondo, e non riesco più a prendere in mano la mia vita.
Per quanto riguarda la facoltà, nonostante l'ottimo risultato in base anche alla difficoltà del corso di studi, non so più se il titolo di "architetto" potrebbe caratterizzare il mio futuro. Sento che l'ambiente non mi appartiene, mi sento come un pesce fuor d'acqua, e per questo sto valutando di cambiare facoltà.
Tuttavia non ho una grande passione, perché io credo che se una passione c'è, si fa di tutto per renderla una professione. Penso quindi più che altro di avere tanti interessi e curiosità. Perciò mi sto informando per passare a Lingue.
Però ho una grande paura di sbagliare, perché il mio "cuore" non mi porta verso una strada, e non so cosa fare nel futuro.
Vorrei avere qualcosa per cui impegnarmi e dare il massimo, uno scopo per crearmi un futuro.
E invece mi ritrovo a non sapere dove andare a sbattere la testa, ad avere una massa di interessi ma tanta paura di sceglierli temendo di sbagliare e di prendere una strada sbagliata.
Ho provato a lavorare mentre studiavo, anche con lavoretti come baby-sitter o aiuto compiti, ma con questa facoltà - che mi ha levato tante energie - rischiavo di fare male entrambe le cose.
Perciò economicamente provvederebbero i miei genitori.> E qui introduco la seconda questione.
Sento continuamente un senso di colpa se non faccio ciò che i miei genitori vorrebbero.
Se magari un giorno arrivo un po' più tardi la sera (e preciso che non sono il tipo che fa le 5 di mattina, al massimo arrivo per l'1 e mezza, ed è anche raro) mi sento totalmente in colpa, sapendo che mia madre mi aspetta sveglia mentre, in un certo senso, mi sto facendo "gli affari miei": eppure lei non se la prende più con me, perché a differenza di mio padre, è consapevole che sto crescendo.
Vivo costantemente ogni esperienza con questi sensi di colpa, mi condizionano totalmente, tanto che certe volte rinuncio ad uscire perché so che tanto intorno ad una certa ora mi comincia a prendere un senso di ansia e quindi nemmeno mi vivo bene la serata.
Proprio ieri, che sono tornata all'1 e mezza, sono stata per l'ultima ora e mezza in giro quasi muta, sentivo un senso di angoscia, eppure dovevo aspettare che mi riportassero indietro, e di certo mi sarei sentita ancora più inadeguata se avessi detto ai miei amici di portarmi indietro presto.
Sento un bisogno di indipendenza, ho sempre paura di pesare agli altri e di non essere indipendente.
Ho persino preso la macchina - e io ho paura di guidare - piuttosto che farmi dare l'ennesimo passaggio dagli amici, e ovviamente non mi faccio prendere da mia madre che oltre a non stare bene di salute, non voglio scomodare.
Proprio perché mia madre non sta bene, spesso cerco di stare con lei, quando non ci sto mi sento ingrata.
Mio padre e mia madre ormai non fanno altro che litigare, tanto che ogni volta che sono entrambi a casa, a volte sento il bisogno di cambiare stanza, anche se in quel momento non stanno litigando.
Spesso sento che se vivessi da sola sarei molto più tranquilla, ma di questi tempi, ancora qualche annetto dovrà passare e non posso vivere così per altri anni.

Non riesco più ad essere serena ultimamente, a casa respiro un'aria pesante, all'unversità mi trovo male e non so cosa scegliere, sento sempre i sensi di colpa addosso.
E mi sono resa conto di essere un po' troppo cinica per la mia età.

Attendo una sua risposta per cercare di capire le cause di questi malesseri e di avere un consiglio su come risolverli.
Grazie e scusi se sono stata un po' troppo prolissa.

 

RISPOSTA


Gentile Sara,

la tua lettera è interessante ed importante perchè racchiudi in una e-mail le speranze, le indecisioni e la ricerca delle passioni di una giovane ragazza alla quale tante altre lettrici potranno rispecchiarsi.

Tu non parli tanto di un lavoro ma di ciò che vorresti realmente, di ciò che vorresti fare per essere felice nella tua futura attività, tu cerchi qualcosa che ti possa dare una soddisfazione a livello lavorativo, e sei indecisa su che cosa.

Per Riuscire nel tuo intento ti consiglio di prenderti 3 giorni di tempo in cui tu possa stare tranquilla, sola ed in pace, possibilmente in silenzio o ascoltando una musica di sottofondo, una musica d'atmosfera a basso volume, che ti possa essere d'aiuto per concentrarti in questo esercizio.

Poi, dopo aver creato questa atmosfera particolarmente rilassante, prendi un quaderno ed una penna, ed incomincia a pensare, a riflettere su tutto ciò che ti piace nella vita, su tutto ciò che ti farebbe veramente felice, e sii più precisa possibile nel confermarlo mettendolo per iscritto, ad esempio puoi dividere le tue preferenze elencando prima le varie aree della tua vita e poi individuando quelle attività specifiche che ne fanno parte, ad esempio prima elenca le aree della tua vita:
- Famiglia
- Lavoro
- Amici
- Relazione di coppia
- Passioni
- Mission (intesa come la tua missione nella vita, cioè quello che vuoi Veramente Realizzare per Essere Completamente Felice ed appagata)
- Materie di studio che ti interessano di più mettendole in relazione con le tue passioni,
ed altro ancora.

Scrivi tutto questo facendo un "brainstorming", letteralmente "tempesta nel cervello", attraverso cui butti giù sul foglio tutto ciò che ti viene in mente senza frenarti, senza inibirti, senza alcun blocco o freno interiore.
La prima parte deve essere diretta verso tutto ciò che ti viene in mente, poi, dopo aver elencato per almeno mezz'ora del tuo tempo tantissimi tuoi interessi, passioni, attività che ti piacciono e che senti possano darti il pieno appagamento ed una felicità futura, comincia a metterli in ordine in base alle aree delle quali fanno parte e dandogli una votazione da 1 a 10, per esempio se ti piace la musica, inserisci questo argomento nell'area "passioni", valutala con un voto da 1 a 10 che può essere 9, quindi altissimo, poi se hai scritto ad esempio Volontariato metti questo argomento nell'area "vita sociale" e dagli un voto che può essere ad esempio 8, e così via.

Alla fine ti ritroverai una serie di Argomenti con le aree di appartenenza ed una votazione attraverso cui puoi scegliere l'uno rispetto ad un altro che ha un voto più basso, perchè se la musica l'hai valutata 9, è già un indicazione che ti suggerisce di scegliere quella rispetto ad un'altra che hai valutato di meno, ok?

Quindi, ordina tutte le voci che hai scritto in base alle aree di appartenenza ed ai voti che gli hai dato.

Il secondo passo consiste nel rendere "il più specifico possibile" ogni argomento che hai Scelto, ad esempio rifacendoci all'esempio precedente, se hai scelto la musica, scrivi "Come" vuoi rendere pratica questa tua passione, ad esempio puoi scrivere "Facendo la cantante" o "suonando uno strumento", ecc, nel caso del Volontariato, potresti scrivere "Voglio aiutare i bambini", "Voglio occuparmi degli anziani" o "Voglio aiutare le persone sole", ed altro, ok?

Questo passaggio è Utile perchè ti indica "Come" vuoi Mettere in Pratica una tua passione particolare e nello specifico "Cosa" vuoi Realmente fare nella vita.

E' Importante Unire le tue Passioni ad una futura professione come suggerisci anche tu, perchè molte persone si fanno prendere la mano da un'attività che subito gli può dare un guadagno nella vita, ma se poi queste persone non gradiscono questa attività che svolgono, potranno rimanere insoddisfatte, potranno trovarsi male e avere molte insoddisfazioni e disagi continui a meno che non si adattano a questa attività col tempo o non ne cercano un'altra.

Quello che puoi fare tu adesso che sei Giovanissima è quello di Cercare subito un lavoro che ti piaccia veramente, cioè unire l'Utile (il lavoro) al dilettevole (le tue passioni), questa è un'Unione Fantastica.
Coloro che sono riusciti nella vita a trovare questo connubio, sono soddisfatti, appagati, vanno al lavoro con serenità, e riescono a gioire della loro attività.

Il terzo passaggio è quello di Scrivere per ogni attività che vuoi intraprendere l'Obiettivo che vuoi raggiungere con essa, ad esempio come musicista puoi scrivere come obiettivo quello di voler fare dei concerti, di voler creare delle canzoni nuove, o se vuoi suonare per beneficenza unirai la passione musica con la passione volontariato, ok?

Allora ricapitolando:
- Il primo passo è quello di scrivere tutto ciò che ti viene in mente riguardo a quello che ti piace, a ciò che ti appassiona, a quello che ti fa Felice
- Il secondo passo è quello di scrivere "Come" vuoi rendere pratica questa tua passione
- Il terzo passo è quello di scrivere l’Obiettivo che vuoi raggiungere attraverso questa attività
Questo esercizio ti sarà molto utile per identificare bene quello che vuoi, quello che desideri veramente e per darti poi la possibilità di realizzarlo, ciò che pensiamo a volte può sfuggirci dalla mente e possiamo dimenticarlo, ma ciò che scrivi rimane sul foglio e ti ricorda ciò che è importante per te.
Riguardo ai tuoi sensi di colpa, è normale averli perché dimostra che vuoi bene ai tuoi genitori, e che vuoi fare di tutto per non farli soffrire, però puoi trovare una soluzione valida sia per non sentirti in colpa e sia per diventare indipendente giorno dopo giorno, prima di tutto chiediti se i tuoi sensi di colpa riguardano una colpa reale che hai, ad esempio chiediti se il fatto di uscire con gli amici a 20 anni fino all’una e trenta è una colpa o è un modo naturale di trascorrere il tempo con i tuoi amici, rifletti bene su questo, cosa vuol dire per te uscire la sera fino a quell’ora? Che significato gli dai?
Poi vedi se il tuo senso di colpa è positivo o negativo, cioè chiediti cosa ha di positivo questo sentirti in colpa? Cosa ha di negativo? Può esserti utile a qualcosa in particolare? A seconda delle risposte che ti darai potrai sciogliere questo peso che hai dentro.
Chiediti anche se ciò che stai facendo è in sintonia con i tuoi valori personali, se pensi che non ci sia nulla di male nel fatto di divertirti con i tuoi amici, è inutile continuare a stare male, vero? Se pensi che ciò che ti porta ad avere un senso di colpa è l’orario in cui rientri, prova a rientrare un po prima a casa e vedi se il senso di colpa è passato, anche il senso di colpa è un fattore relativo rispetto a ciò in cui credi, ai tuoi Valori personali, al tempo che usi, alla visione che hai di te e della vita, al significato che dai alle tue esperienze.
Il senso di colpa dipende anche dalla misura del nostro altruismo, se facciamo qualcosa che pensiamo possa dare fastidio o far star male a qualcuno, ecco che il nostro senso di colpa si manifesta, al contrario quando siamo egoisti.
È importante però distinguere un senso di colpa giusto che ci avvisa che ci stiamo comportando male o in modo sbagliato verso qualcuno o verso noi stessi, da un senso di colpa che abbiamo verso tutto senza distinzione che ci fa star male anche per cose inopportune o poco importanti.

Un cordiale saluto per te
Dott. RolandoTavolieri

se vuoi iscriverti alla mia mailing list clicca il sito sotto:
http://www.sostegno-psicologico.eu/

Commenti

    Tags:
    felicitàpsicologo

    in vetrina
    Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

    Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

    i più visti
    in evidenza
    Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

    Spettacoli

    Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
    Ecco 'Alle Origini della Bontà'

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

    La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.