A- A+
Lettere allo Psicologo
Non mi fido delle persone ed ho difficoltà ad abbandonarmi

    RICHIESTA: non mi fido molto delle persone ed ho difficoltà ad abbandonarmi

    Buongiorno, Vi scrivo perchè non so come uscire da questa situazione. Sono una ragazza che ha sempre avuto problemi di fiducia. Nel corso degli anni ho preso decisioni in autonomia che mi hanno permesso di raggiungere un certo grado di sicurezza interiore. Sono sempre stata bene da sola e non ho mai avuto bisogno di un ragazzo, vivevo la mia vita con i miei spazi con le mie amicizie (divenute tali dopo lungo tempo, sempre per problemi di fiducia). Purtroppo molte esperienze passate mi hanno condizionato sul rapportarmi con le altre persone, e a fidarmi di conseguenza di tutto il resto del mondo. Da quasi un anno però una persona speciale è entrata nella mia vita. Sin da subito sono stata sincera con lui: non mi fido delle persone e ho paura a lasciarmi andare. Dopo mesi di uscite mi sono lasciata andare, complici le sue continue attenzioni, la sua vicinanza, le sue parole di incoraggiamento. Da quel momento è cambiato qualcosa in me, ho capito cosa voleva dire amare una persona. In moltissimi casi ho fatto sacrifici nei suoi confronti perchè era lui stesso a chiedermeli, come ad esempio rinunciare a delle serate perchè lui voleva stare con me. All'inizio ero titubante ma con il passare del tempo ho pensato che amare significa anche scendere a compromessi, e quindi vedevo questi sacrifici da parte mia come gesti di amore nei suoi confronti. Purtroppo dopo mesi iniziali sì difficili, ma bellissimi sono iniziati i primi problemi. Ho sempre dato fiducia a lui ma con delle riserve...quando mi diceva che usciva passavo tutta la sera a vedere gli ultimi accessi dei suoi amici per capire se fosse davvero fuori con loro o altre persone. Anche parlandone i giorni successivi mi confermava sempre che si trattavano di uscite normali e mi pregava di non metterlo in dubbio sempre. Dopo due mesi in cui ero sempre più insospettita di certi suoi comportamenti l'ho pedinato. Ho scoperto che spesso i suoi amici chiedevano a lui durante le cene di fare da spalla alle loro future conquiste e che ha cambiato posizione lavorativa. Quando è arrivato il momento del confronto mi ha risposto che vedeva il suo nuovo lavoro denigrante rispetto a quello precedente, pensando che mi sarei vergognata di lui e lo avrei lasciato (cosa non assolutamente vera) e che usciva con gli amici solo per stare in loro compagnia, di nuove ragazze non ne voleva conoscere e non me ne ha mai parlato per paura che potessi fraintendere le cose, perchè non mi fidavo di lui e pensava di potermi perdere. Il nostro rapporto è sempre stato schietto e sincero, parlavamo di tutto come se fossimo fidanzati e amici allo stesso tempo. Lui ha ammesso sempre le sue colpe, scusandosi infinite volte e dicendomi che era terrorizzato dalla paura di perdermi. Da quel momento la mia fiducia è divenuta sempre meno. Ogni minimo litigio era un pretesto per dare meno fiducia a lui. . Lui mi accusa di dubitare sempre di lui per qualsiasi cosa, che non riesco a dargli fiducia e lui di conseguenza si trova in situazioni che non sa cosa fare: se parlarmi ed arrivare ad un confronto (sono un tipo molto molto istintivo) o non dirmi niente per evitare litigi. Vedevo in lui la persona con cui passare tutto il resto della mia vita ma ora mi domando se cambierà mai. Dove sbaglio? io ho sempre fatto tantissimi sacrifici per lui, ma penso che amare sia anche questo. Ho anche chiesto a lui di non frequentare più i suoi amici, dal momento che ogni uscita con loro sfocia in una litigata senza fine. Aiutatemi a capire dove sbaglio. Grazie.

     

     RISPOSTA

    Gentile ragazza,

    questo piccolo conflitto col tuo ragazzo lo vedo a livello metaforico come il gatto che si morde la coda, nel senso che mi sembra di capire che il tuo ragazzo non ti rivela qualche volta ciò che vuole fare o ciò che fa perché tu non ti fidi di lui e di conseguenza ha paura di perderti, e tu non ti fidi di lui perché non ti confida dove và o cosa fa qualche volta.

    Per rompere questo circolo vizioso dobbiamo bloccarlo in un punto: si deve cambiare uno dei due comportamenti, o cambi i tuoi comportamenti o cambia lui.

    Chiediti se la tua mancanza di fiducia che in alcuni casi oserei dire esagerata , ha migliorato o peggiorato il rapporto che hai con lui, è stato un atteggiamento efficace per l’andamento della vostra relazione?.......................................

    Cosa ha comportato col tempo questo atteggiamento di sfiducia nei suoi confronti?.......................................

    Preferisci continuare a spiarlo in ogni sua azione e controllarlo in ogni suo comportamento per evitare che possa fare qualcosa che non ti piace, o sarebbe meglio lasciargli un po di libertà personale che rappresenterebbe una inezia, una piccola cosa che non intaccherebbe il vostro bel rapporto?................................

    A cosa ti porterà un controllo eccessivo nei suoi confronti?...........

    Cosa ci guadagnerete con l’andare del tempo?.............................

    Cosa accadrà fra un mese, fra un anno o più se continui con questo atteggiamento?.............................................................

    Adesso invece dopo aver risposto a queste domande che ti ho fatto ed averle messe per iscritto,fatti un’altra serie di domande:

    cosa accadrà se darai più spazio, più libertà e più fiducia al tuo ragazzo?................................................

    Come potrà cambiare il vostro rapporto?.............................

    Come si sentirà lui se gli darai più fiducia?..................................

    Non ti dico di fare un cambiamento radicale subito ma un poco per volta, secondo me ogni partner deve lasciare uno spazio per sé stesso all’altro partner, ognuno dei due deve avere un po di libertà, un po di tempo tutto per sé stesso, un piccolo segreto, una piccola cosa non detta, non per fare qualcosa di sbagliato, ma per sentirsi libero, per non dipendere completamente dall’altro partner, se si diventa dipendenti dall’altro partner cominciano i problemi, ogni persona deve essere autonoma , libera ed indipendente all’interno di un rapporto senza senza nulla togliere al rapporto di coppia non trovi?

    Nel momento in cui si cerca di togliere al partner anziché dare, se lo si vuole limitare in qualche modo anziché espandere le sue scelte ed i suoi movimenti, se si vuole costringere dandogli un ultimatum, è la volta che lo si può perdere, perché un essere umano ha bisogno di libertà, di stimoli nuovi, di progetti, di solitudine, senza che nessuno possa legarlo con una palla al piede, questo vale anche per lui nei tuoi confronti.

    Pensa bene a quello che fai , rifletti sulle conseguenze che può avere un comportamento di controllo eccessivo nei suoi confronti, dobbiamo sempre trovarci davanti alle conseguenze di ciò che facciamo oggi, è meglio quindi immaginarle adesso prima che sia tardi, questo possiamo farlo.

    Un cordiale saluto per te

    dott. Rolando Tavolieri
    http://pnl-ansia-autostima.com/

 

Clicca il seguente link per poter migliorare il tuo rapporto di coppia:
http://www.autostima.net/raccomanda/pnl-di-coppia-rolando-tavolieri/

Ecco un nuovo ebook che può esserti utile per risolvere i conflitti di coppia:
http://www.autostima.net/l-amore-in-9-domande/

Ecco una raccolta di lettere allo psicologo per risolvere vari problemi:
http://www.lafeltrinelli.it/ebook/rolando-tavolieri/pnl-risolvere-i-problemi/97860503558

Commenti

    Tags:
    fiduciacoppia

    in vetrina
    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    i più visti
    in evidenza
    Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Novità editoriali

    Da Picasso all'arte islamica in Iran
    Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.