I nuovi barbari

a cura di Manuela Alessandra Filippi

A- A+
I nuovi barbari
Il declino del Cinema Manzoni di Milano. Dalle stelle agli stracci
L’ingresso della galleria da via Manzoni

di Manuela Alessandra Filippi

È sotto gli occhi di tutti, dalle Alpi all’ultimo scoglio della Sicilia, lo scempio subito dal nostro patrimonio storico e artistico, ogni giorno. Quando non si sbriciola – come nel caso di Pompei e di Villa Adriana a Tivoli – ci pensano ruspe e picconi a cancellarlo, per far spazio a speculazioni e attività definite più redditizie.
Le più gettonate sono abbigliamento e cibo: in onore dei quali assistiamo alla realizzazione di pacchiani templi del gusto e dello stile, il più delle volte privi dell’uno e dell’altro; in favore dei quali sacrifichiamo edifici storici, cinema, teatri e molto altro ancora.

È il caso del Teatro Manzoni - a due passi dalla Scala - da anni al centro di un’azione speculativa che, se attuata, ne stravolgerebbe per sempre il prezioso apparato artistico e architettonico, trasformandolo nell’ennesimo centro commerciale. Stracci al posto di sogni. Scaffali di cibo per narcotizzare i cervelli.
Una vocazione all’alienazione che in fondo non stupisce se si ricorda che non più tardi del novembre 2010, l’esimio professore, ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, affermava che con la cultura non si mangia. Lì per lì sembrò un’uscita sospesa tra il grottesco e il surreale; oggi risuona invece una malefica e fatale profezia.
Da allora, infatti, l’incuria e l’ignavia nei confronti del nostro “petrolio” è andata moltiplicandosi ad una velocità simile a quella delle scope impazzite dell’apprendista stregone nel film Fantasia, con effetti altrettanto nefasti.

Eppure, se solo queste Alpi le valichi, scopri che a Parigi c’è il monumento più visitato del mondo: la Tour Eiffel, con circa 5 milioni e mezzo di turisti l’anno. Per difetto, facendo due conti, solo di biglietti d’ingresso, la torre parigina genera un profitto di circa 55 milioni di euro, pari a circa 5 milioni al mese.
E sottolineo per difetto.
Al secondo posto, nella lista stilata dalla CNN, troviamo il Colosseo.
Ora con tutto il rispetto per Eiffel, il Colosseo non solo non dovrebbe essere secondo a nessuno, ma noi avremmo qualcosa di meglio da far vedere, anzi ben più di qualcosa, prima della Tour Eiffel.
Invece no. Nella classifica generale, nei primi 10 posti troviamo solo il simbolo di Roma; dobbiamo arrivare all’11 per ritrovare un altro monumento italiano: Fontana di Trevi.

Inutile ripetere - ormai mi annoio da sola - che la gestione virtuosa di tutto il nostro patrimonio sarebbe in grado di risanare il nostro debito pubblico; generare profitti pari a un’ intera finanziaria;  produrre ricadute virtuose  e benefiche su tutto il territorio; offrire posti di lavoro e stimolare la crescita e l’offerta di turismo.
Se solo ci fosse la volontà di capire, la capacità di progettare e la volontà di realizzare politiche sane, competenti, illuminate e di largo respiro.

Invece, come gli struzzi, preferiamo infilare la testa nella sabbia, tra un gridolino di stupore e un muggito di piacere.
Con la pancia piena si ragiona meglio, dicono.
Tanto domani é un altro giorno. La cultura, quella che non si magia, può attendere.

CINEMA MANZONI – PETIZIONE ON LINE:

Vogliamo davvero trasformare un gioiello architettonico in un ennesimo megastore monomarca?
La salvaguardia del nostro patrimonio storico e della nostra cultura inizia dall'impegno di ognuno di noi.
Firmare contro la devastazione del Cinema Manzoni a Milano è facile, basta un click: http://www.cinemamanzonibenecomune.com

Tags:
cinema manzoni
in vetrina
Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

i più visti
in evidenza
L'Alta Velocità festeggia 10 anni Ecco lo spot Saatchi&Saatchi

Costume

L'Alta Velocità festeggia 10 anni
Ecco lo spot Saatchi&Saatchi

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Kia presenta la Niro-E 100% elettrica

Kia presenta la Niro-E 100% elettrica

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.