A- A+
Migliorati con il pensiero quantico

 

Hai un problema con il partner, con il capo, con gli amici? Hai difficoltà nelle relazioni? Vuoi migliorare la tua comunicazione con gli altri? Se hai domande scrivi a pensieroquantico@affaritaliani.it

Oggi parleremo di un argomento che interessa tutti noi a vari livelli e diverse volte nell’arco della vita: parleremo della salute del nostro corpo, cercando di capire se e come il pensiero quantico e la legge dell’attrazione possono in qualche modo offrirci una prospettiva di vita migliore anche da questo punto di vista. Chi di noi non ha mai desiderato per sé e per i suoi cari una vita sgombra da malattie, da malesseri, da sgradevoli sensazioni in genere? Chi di noi non aspira ad una vita sempre attiva tendente al massimo rendimento fisico e mentale? Penso di potere interpretare il senso delle vostre risposte con una sintesi: Si, tutti desideriamo raggiungere questi traguardi e non vorremmo mai ammalarci.

donne salute bellezza

Avere una vita serena con buone relazioni, un buon fisico, il giusto peso, una soddisfacente vita sessuale, una buona resistenza alle malattie: questi sono risultati che possono essere raggiunti e mantenuti soltanto cambiando il nostro stile di vita e controllando la nostra energia e vedremo adesso come. Vediamo come  la legge di attrazione e il pensiero quantico possono aiutarci a raggiungere questi positivi risultati, ma per andare avanti è necessario tracciare una premessa giusto per meglio comprendere le cose che verranno dette in seguito.

La conoscenza necessaria allo sviluppo di quelle qualità interiori che servono a dare un senso alle molte domande ed a fornire le relative risposte, si può ritrovare in dei testi scritti in varie epoche e comunque molto antichi. Questi testi, definiti in modo comune “sacri”, che identificano il pensiero e la crescita dei  popoli che li hanno concepiti spesso su ispirazione Divina, sono stati tramandati attraverso mezzi diversi tra i quali la scrittura a mano.

Nel corso della Storia si è posto più volte il problema della lettura dei testi Sacri che doveva essere conforme al loro intimo significato originale. Si è cominciato così a distinguere tra lettera e spirito. La distinzione ha avuto largo seguito ed è stata ripresa molte volte nel corso,  della storia cristiana e molto meno nel corso della storia delle Religioni orientali. L’importanza della «lettera» va rivendicata accanto all’importanza dello spirito e non può esistere, per così dire, una lettura spirituale completamente svincolata da ogni rapporto con il testo. I testi biblici, per restare in occidente, effettuano un controllo su quel che si crede, e non può darsi una lettura spirituale che eviti il vaglio della lettera. Ciò ha portato fatalmente a più revisioni, anche profonde, dei testi originali da parte di chi ha, nel tempo, amministrato la Religione, la politica, il potere in genere.

Queste influenze, più di ragion pratica e meno di necessità spirituale nel mondo occidentale, e di natura contraria nel mondo orientale, hanno determinato e differenziato il pensiero tramandato e la spiritualità che ne determina l’interpretazione e l’ applicazione. Quindi la nostra Filosofia e il nostro pensiero al riguardo, sono stati tramandati da antichi insegnamenti trascritti sugli antichi testi che un tempo contenevano lo stesso messaggio dei testi orientali e  che però per varie ragioni hanno subìto  una evoluzione differente con perdita o alterazione di contenuti.

La differenza sostanziale consiste nel fatto che per le  ragioni prima discusse, nel corso del tempo alcune “informazioni” sono state cancellate dalla cultura occidentale, mentre sono state mantenute, ed anzi enfatizzate, nel pensiero orientale. Per questo motivo ad un certo punto della storia, e con varie tappe evolutive, il pensiero antico è stato tramandato con due “linguaggi” diversi e questa è la ragione  che ancora oggi differenzia non solo il pensiero religioso orientale da quello occidentale, ma anche i contenuti esoterici, le ritualità e il concetto di malattia e di guarigione.

MEDICINA ALTERNATIVA - E’ noto a tutti che il popolo tradizionalista orientale usa prevalentemente la medicina alternativa (definita così dal mondo occidentale) piuttosto che quella che noi da queste parti definiamo “classica”, usa farmaci e rimedi non convenzionali, anche gli ospedali sono diversi dai nostri e molti medici usano coscienziosamente le tecniche della tradizione piuttosto che quelle canoniche e tutto questo perché è profondamente diverso il concetto di origine della malattia e quindi sono profondamente diversi i rimedi che possono essere impiegati per la guarigione.

Oggi si tende ad usare la medicina orientale come se fosse una moda che viene assimilata alla cultura new age senza renderci conto che in effetti possiamo così introdurre reali benefici nel nostro organismo. Tutto questo non deve sorprendere se si pensa che nella sola popolosa Cina prevale assolutamente l’impiego della medicina tradizionale Cinese e delle tecniche energetiche di cui parleremo, e tuttavia secondo i dati dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ci si ammala meno in questi posti rispetto all’ occidente ma anche si guarisce di più che in occidente.

Secondo il pensiero orientale i singoli organismi interagiscono e comunicano fra loro coordinando i loro ritmi ed integrandosi quindi in quelli più ampi del loro ambiente; Essere sani, dunque significa essere in sincronia con se stessi e col mondo circostante anche dal punto di vista energetico.

La guarigione dallo stato alterato sarà una opera sincrona del sistema mente-corpo; il terapeuta si limiterà a ridurre l’eccesso di stress, ad irrobustire il corpo, a incoraggiare il paziente a sviluppare una fiducia in se stesso ed un atteggiamento mentale positivo e in generale a creare l’ambiente più propizio alla guarigione. Questo modello, questo modo di pensare, che risulta naturale nel mondo orientale, noi occidentali lo abbiamo perduto: nelle nostre memorie tramandate manca del tutto questa informazione e pertanto siamo portati dai nostri sistemi di riferimento mentali, a diffidare e non credere.

Per un Cinese è naturale pensare ad equilibrare i suoi nodi energetici per guarire da una malattia ad esempio con l’agopuntura e infine guarisce davvero.  Per noi, invece, non solo non è naturale ma è anche risibile e pertanto non crediamo possa davvero portarci autentico beneficio. Adesso sappiamo qualche cosa di più e cosa succede dentro di noi quando veniamo a contatto con questo tipo di informazioni e perché dobbiamo aprire la nostra mente con uno sforzo maggiore di gran lunga rispetto ad un fratello orientale per ottenere gli stessi benefici.

Noi tutti per cominciare a comprendere e modificare i nostri schemi mentali che introducono diffidenza nei confronti di tale forma di pensiero, abbiamo bisogno di soddisfare la nostra componente razionale affinchè, in modo graduale, si possa arrivare ad allentare il freno dello scetticismo e sconfinare in un ambito quantomeno possibilista. La fisica quantistica ed il pensiero quantico rappresentano insieme il quid  razionale che ci aiuterà proprio in questo; 2000 e più anni fa non si conosceva la fisica quantistica e le sue innumerevoli possibilità di applicazione nel mondo reale e tuttavia venivano già tramandati principi culturali, filosofici e di pensiero che sfruttavano tale scienza. Per questo motivo le culture orientali sono, per così dire, “abituate” a considerare naturale questo approccio, al contrario delle culture occidentali che si sono invece evolute, come già detto, per ragioni storico sociali e religiose, in modo molto diverso con una netta propensione verso il razionalismo sfrenato offuscato soltanto dal credo religioso.

Mantenere in equilibrio il nostro corpo, equilibrare i flussi di energia che lo attraversano e instaurare un rapporto costante e positivo con la matrice energetica cosmologica, sono le uniche tecniche che impareremo ad usare e che ci serviranno a vivere meglio ed in salute quindi restate in zona perché la prossima volta parleremo di fisica quantistica, e tecniche di riequilibrio energetico per cominciare a distinguerci nel mondo dell’energia.

 

 

 

 

 

Tags:
pnlpensieroquanticomigliorarelazioni
in vetrina
Ecco chi è Alessia Enriquez, l’interprete di Ribery che ha stregato i viola e il web

Ecco chi è Alessia Enriquez, l’interprete di Ribery che ha stregato i viola e il web

i più visti
in evidenza
Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
Tutti i topless da urlo (e non solo)


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Francoforte 2019: Volkswagen presenta la nuova immagine del brand

Francoforte 2019: Volkswagen presenta la nuova immagine del brand


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.