Pillole d'Europa

di Cinzia Boschiero

Ue, aiuti ai disabili. Interventi per la salute e tutela dei consumatori

PER STARE MEGLIO COME CITTADINI  EUROPEI  E  CONOSCERE DIRITTE E TUTTE LE OPPORTUNITA' UTILI - In questa rubrica notizie flash sulle normative europee e internazionali, notizie internazionali ed europee utili e pratiche per la vita di tutti i giorni. E' attivo  un servizio di "A domanda, risposta" su bandi, agevolazioni, finanziamenti europei , borse di studio e di ricerca nazionali, regionali e locali per i lettori di Affaritaliani. Per richieste di informazioni scrivete a cinziaboschiero@gmail.com - eurochat2013@gmail.com

Ci sono delle soluzioni europee per chi ha disabilità nella vista? Romina Nutto
Sono stati realizzati diversi progetti europei a favore dei disabili e le segnalo anche il portale Eneva (http://www.enevaproject.eu/index) è un prototipo pienamente funzionale di un "repository" di progetti finanziati dalla Commissione Europea nel campo della disabilità. Il sistema fornisce un motore di ricerca che consente all'utente di filtrare e trovare i progetti attivati, i beneficiari, i paesi  coinvolti nei progetti e la classificazione rispetto all'ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health of World Health Organisation) e al framework. La descrizione di ogni progetto include voci inerenti l'attività e il coinvolgimento di persone ed anche fattori ambientali di ostacolo alla partecipazione.
Il sito web è accessibile gratuitamente: è possibile eseguire una ricerca all'interno del database dei progetti, considerando quei progetti che si occupano della problematica della disabilità, inoltre è possibile trovare informazioni inerenti alla disseminazione delle informazioni e dei risultati dei progetti.  Inoltre Le segnalo, per quanto riguarda progetti per disabili nella vista, che, in applicazione dei dieci principi dell'ONU, l'Istituto Europeo Pegaso é il primo ente formativo in Italia, ad offrire la possibilità alle persone disabili della vista di studiare utilizzando le tradizionali dispense scolastiche, le quali saranno a loro fruibili mediante tecnologie Dast Circuit di sintesi vocale. Tale servizio sarà disponibile gratuitamente presso la sede a Foggia alla Via Ciano, 4. Il programma attivato dal Centro di Ascolto al Disagio permetterà, inoltre, ad ogni studente disabile della vista, di poter leggere tutti i file attraverso questa innovativa attrezzatura di sintesi vocale, ottenendo un'assistenza tecnica e didattica gratuita con nostri docenti e tutor esperti. L'iniziativa rientra tra i programmi di sviluppo dell'Istituto Europeo Pegaso per la facilitazione educativa ed è un modo efficace e semplice dell'applicazione "Smart City" che potrà essere potenziato e messo a disposizione delle Amministrazioni Comunali utilizzando i fondi delle Smart Cities, in ottemperanza al principio di integrare risorse e valori umani all'Innovazione Tecnologica, finalizzata al miglioramento della qualità della vita in ambito Urbano (www.istitutopegaso.eu). Circa 37 milioni di persone nell'Unione europea hanno una forma di disabilità (motoria, mentale, dell'udito, della parola e della vista). La Commissione europea finanzia progetti e iniziative per migliorare la loro vita sociale che viene limitata dagli ostacoli che ancora sussistono in materia di mezzi di trasporto, di aiuti e di possibilità di istruzione e formazione; e fondi sono destinati ad eliminare gli ostacoli esistenti attraverso disposizioni legislative, sistemazioni, regole di portata generale e altri strumenti idonei. Il miglioramento dell'accessibilità per i disabili ha conseguenze positive sulla qualità della vita professionale, anche in termini di protezione del consumatore e di competitività delle imprese. E' attiva anche la Strategia europea sulla disabilità 2010-2020 che ha confermato un rinnovato impegno per un'Europa senza barriere (rif. COM 2010-636) e che prevede specifiche azioni in otto aree prioritarie e raccomanda l'utilizzo accessibile e non discriminatorio dei Fondi strutturali europei.

Ci sono per caso studi europei su come quello che mangiamo possa intaccare la salute dei nostri denti? Mauro Bureso
E' tempo d'estate e si parla molto di diete. Abbiamo chiesto, dietro sua sollecitazione, se esiste uno stretto legame tra alimentazione e salute dei denti al prof. Gianluca Tartaglia, della Clinica Sidoti&Tartaglia, e chi ha risposto che "mangiare in modo scorretto può generare carie ed esporre a patologie gengivali di diversa gravità, che possono arrivare fino alla perdita dei denti, come nel caso della piorrea. La bocca è assimilabile, infatti, a un delicato ecosistema che, per mantenere inalterato il suo perfetto equilibrio, ha bisogno di cure attente e continue. Queste, oltre all'igiene, includono una selezione scrupolosa di cibi e bevande. Mangiamo d'estate," dice il prof. Tartaglia,"una media di quattro volte al giorno, senza sapere che ogni pasto, per quanto ridotto, espone la dentatura a ripetute minacce. Per i bambini poi d'estate spesso si concede quel troppo in termini di vizi (es. troppi gelati, etc) che possono ledere la salute orale". L'occasione più dannosa è il momento dell'aperitivo, rito molto amato dal 30% degli italiani, percentuale che sale al 51% nella fascia d'età fra i 21 e i 24 anni, secondo dati Istat. Proprio questo target, che in realtà è quello che più tiene all'estetica, riserva poche attenzioni alla propria igiene orale. Eppure a tavola basterebbero poche premure per scongiurare il rischio: è dimostrato da studi europei, che una dieta corretta e bilanciata permette un risparmio medio di circa 800 euro l'anno a famiglia per le spese dentistiche. Carenze di magnesio, zinco, ferro, manganese, selenio, vitamine C ed E possono determinare gengiviti e malattie parodontali e indurre un calo delle difese immunitarie che può incidere non solo sul benessere dell'organismo, ma anche su quello della bocca. "Per la salute dei denti, soprattutto dei giovani e dei bambini, ma anche delle loro mamme,"spiega la dott.ssa Maria Gallo, pedodonzista,"non dovrebbero mai mancare nella dieta latte e derivati che, per il loro elevato contenuto in calcio, proteggono la salute orale perché la struttura dei denti è prevalentemente composta proprio da questo minerale. L'importante è avere l'accortezza di ricorrere allo spazzolino dopo il consumo per eliminare i residui di lattosio, zucchero che si deposita sullo smalto e alimenta la flora batterica del cavo orale. Via libera anche alle verdure a foglia larga, come spinaci e insalata, che stimolano la salivazione e aiutano a pulire la bocca. Allo stesso scopo è molto utile la frutta croccante e ricca di fibre, come la mela, oltre ai frutti di bosco che contengono sostanze antibatteriche capaci di ridurre i depositi di placca dell'80% (purché assunti senza zucchero)". Anche un bicchiere di vino rosso a pasto aiuta a tenere in forma il sorriso: i polifenoli di cui è ricco sono i grado di inibire la capacità dei batteri di aderire alla superficie dentale. Ogni alimento ha un proprio livello di acidità (Ph), capace di indebolire il delicato strato protettivo che riveste la dentatura. Alcuni, in particolare, rappresentano una notevole minaccia per la salute della bocca: gli agrumi, interi o spremuti, per esempio, pur essendo ricchi di vitamine tra cui la  C, che protegge le gengive, contengono acido citrico, fortemente abrasivo per lo smalto. Pertanto è opportuno risciacquare la bocca subito dopo averli ingeriti. Un vero e proprio attentato per il benessere del cavo orale è costituito da bibite gassate che hanno un'azione corrosiva su dentina e polpa. Chi assume regolarmente queste bevande dovrebbe almeno utilizzare un dentifricio specifico in grado di proteggere e riparare il film esterno dei denti.

Ci sono tutele per chi acquista all'interno di applicazioni (in-app) in Europa? Rita Francetto
Le autorità nazionali e la Commissione europea hanno deciso di affrontare la questione relativa agli acquisti all'interno delle applicazioni (in-app), soprattutto alla luce delle numerose denunce presentate a tal merito nei paesi dell'Unione europea ed, in particolare, in seguito al verificarsi di episodi di acquisti inconsci fatti da minori. L'azione coordinata e condotta nell'Ue riguardo questo tema ha portato alla sottoscrizione di una serie di impegni da parte delle aziende che operano nel settore, al fine di tutelare i consumatori. Il dott. Francesco Laera della Rappresentanza a Milano della Commissione europea spiega che "già all'inizio del 2014 le associazioni europee degli sviluppatori di giochi e di piattaforme erano state sensibilizzate a raggiungere una posizione condivisa riguardo il regolamento sulla cooperazione in materia di tutela dei consumatori (CTC), oltre che a partecipare attivamente alle discussioni in corso presso le sedi competenti. La linea comune concordata dalle autorità nazionali nell'ambito della rete CTC e trasmessa nel dicembre 2013 a Apple, Google e all'Interactive Software Federation of Europe richiedeva che i giochi pubblicizzati come gratuiti non distogliessero l'attenzione dei consumatori dai costi reali legati alla fruizione dell'applicazione in questione. In base a questi accordi, all'interno del gioco non devono essere presenti inviti diretti o indiretti per i minori all'acquisto di articoli. I consumatori devono inoltre essere adeguatamente informati sulle condizioni di pagamento degli acquisti, così da evitare che essi si vedano addebitare importi in base a un'impostazione predefinita di pagamento senza aver fornito il loro consenso esplicito a procedere all'acquisto in questione. Anche i commercianti devono provvedere a fornire un indirizzo di posta elettronica perché i consumatori possano contattarli in caso di eventuali dubbi o rimostranze". In seguito alle sollecitazioni ad opera del meccanismo di cooperazione per la tutela dei consumatori stabilito dalle norme dell'Ue, Google ha apportato diversi cambiamenti, che saranno operativi entro la fine di settembre 2014. Una scelta è quella di non far comparire l'espressione "gratis" quando i giochi contengono acquisti in-app. Il colosso di Mountain View ha provveduto ad adattato le sue impostazioni predefinite per permettere che i pagamenti prima di qualsiasi acquisto all'interno di applicazioni siano autorizzati in maniera preventiva, a meno che il consumatore non scelga attivamente di modificare tali impostazioni.


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

In Vetrina

Isola dei famosi 2018: Monte, notte con Paola Di Benedetto. ISOLA DEI FAMOSI 2018 NEWS

In evidenza

Carla Bruni, ecco French Touch Le date italiane. Gallery

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it