Personal Branding, identità e lavoro ai tempi di Google...

Alzi la mano chi - incontrando qualcuno per la prima volta - non ha fatto una ricerca su Google o non ha sbirciato su Facebook per scoprire qualcosa di più su di lui... Nella nuova puntata della rubrica "Realtà non ordinarie", Ferdinando Buscema, Magic Experience Designer, parla di Personal Branding. Sì perché la questione dell'identità digitale è un tema ormai imprescindibile per ogni abitante dell'ecosistema del web...

Venerdì, 29 giugno 2012 - 12:16:00

Ferdinando Buscema è un Magic Experience Designer, interprete del concetto di ‘Magia’ per un pubblico contemporaneo. Ingegnere meccanico e stimato prestigiatore, è un consulente internazionale sul tema del Design delle Esperienze Magiche.

Ferdinando è l’inviato di Affari Italiani alla scoperta della magia in territori al confine tra la arte, cultura e business. Come disse Proust, "Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi."


 

identità digitale persona b

Alzi la mano chi - incontrando qualcuno per la prima volta - non ha fatto una ricerca su Google o non ha sbirciato su Facebook per scoprire qualcosa di più su di lui. Un tempo, per sapere di qualcuno si usava chiedere informazioni alla persona stessa, oppure ad altri di sua conoscenza. Oggi, per conoscere qualcuno è prassi interrogare direttamente l'oracolo chiamato Google. Nel mondo in cui viviamo vale il postulato: ognuno è ciò che dice la rete.

Già a partire dagli anni '90, l'antropologa del cyber-spazio Sherry Turkle aveva mostrato come i nuovi media stessero influenzando in modo profondo e significativo la definizione e la rappresentazione di se stessi. All'antica domanda "Chi sono?", l'io contemporaneo risponde con una costellazione di frammenti, disseminati qua e là nella rete, la cui sommatoria è un mosaico in fluido divenire, a portata di clic. A distanza di vent'anni, la questione dell'identità digitale è un tema ormai imprescindibile per ogni abitante dell'ecosistema del web.

E poiché anche gran parte mercato del lavoro si è spostata sulla rete, da alcuni anni sta prendendo forma la riflessione sul come presentare se stessi in modo da essere anche appetibili dal punto di vista professionale. Quello che un tempo era "avere una reputazione", o "farsi un nome", oggi si chiama Personal Branding.

Se è vero che una ricerca online non si nega a una persona incontrata in un contesto sociale e amichevole, ciò è ancora più vero nel mondo del lavoro, dove selezionatori delle risorse umane e cacciatori di teste effettuano sistematicamente ricerche sui candidati, sottoponendoli a cyber-ispezione. Da qui l'attenzione e la cautela che gli esperti suggeriscono di usare circa tutto ciò che postiamo sul web: poiché la Rete non dimentica, il prossimo datore di lavoro potrebbe non apprezzare la foto al termine di una vostra serata alcolica o il video dell'addio al celibato finito in condizioni mistiche.

In un mercato del lavoro fortemente dinamico, turbolento e inflazionato, si parte dall'assunto che ognuno di noi è come se fosse il presidente, l’amministratore delegato e il responsabile marketing dell’azienda chiamata "Me Stesso SpA". Coltivare il proprio Personal Brand significa mettere in pratica una serie di strategie per regolare in modo attento l'immagine di noi che costruiamo online, che - in ultima analisi - rappresenta la ragione per la quale un cliente, un datore di lavoro, persino un partner, sceglie noi piuttosto che qualcun altro. Cos'è che ci rende diversi (e più attraenti) rispetto ad un potenziale concorrente? Saper rispondere a questa domanda, e saperne comunicare le risposte in maniera efficace, è l'essenza più profonda del Personal Branding.

Tali idee stanno trovando terreno fertile anche in Italia. Tappa obbligata per chi voglia approfondire l'argomento e trovare spunti operativi è il sito www.personalbranding.it, curato dai due brillanti pionieri italiani Luigi Centenaro e Tommaso Sorchiotti, autori anche di un ottimo testo pubblicato da Hoepli.

A questo proposito, nei prossimi giorni avranno luogo a Roma due eventi gratuiti per esplorare il tema dal vivo, con esperti e testimonial: il 5 luglio presso la FGB Learning (http://www.fgblearning.it/learning-days-personal-branding) e il 6 luglio presso lo IED (http://www.personalbrandingday.com/programma).

Concludo segnalando il primo passo per affrontare con successo il viaggio nel mondo dell'identità 2.0 e del Personal Branding, che nonostante gli oltre duemila anni, è ancora validissimo e imprescindibile: l'ingiunzione socratica “conosci te stesso”.




0 mi piace, 0 non mi piace
In Vetrina
inEVIDENZA
alex britti ape
Musica

"Farò un album elettronico"
Alex Britti si racconta ad Affari

Alex Britti, che parteciperà alla serata milanese dedicata a Mia Martini (IN DIRETTA SU AFFARI), si racconta in esclusiva ad Affaritaliani.it: "Mia? Una delle voci più belle del panorama italiano". I talent show? "Trovo bellissimo che la tv diffonda la voglia di cantare e di ballare". E annuncia: "Sto lavorando a un nuovo disco completamente elettrico..."

Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA