A- A+
Adelante a los 60
Il tempo si mangia la vecchia classe politica
La buvette della Camera alza i prezzi: su caffè e dolci

La scomparsa di un politico perbene come Azeglio Ciampi risveglia nella mente una verita' semplice semplice: il tempo, inesorabile, sta fortunatamente facendo quello che la gente comune non riesce a fare, ovvero cancellare i vecchi politici.

La old political class si dibatte, si agita, vuole mantenere ancora il suo ruolo sulla scena. Ogni tanto riesce, per grazia ricevuta, a strappare qualche intervista sulla carta,  nella errata consapevolezza che a qualcuno interessi ancora qualcosa. Ma ormai the 'game is over', sono solo ologrammi sulla strada della sparizione.

Qualcuno ricorda che soltanto un anno fa nei talk show nostrani giravano da una parte all'altra figure come Casini, Fini, Bersani, tal Cuperlo , quello della Lega, il Calderoli........famoso per aver fatto incazzare i musulmani per una maglietta offensiva nei confronti di Maometto.
E sulla strada dell'oblio tanti tanti altri che, nel bene e nel male, probabilmente buona parte nel male, altri nella completa' inutilita' e solo pochi per il bene della societa', sono stati protagonisti di un'epoca.

Adesso le inquietudini del mondo si evolvono cosi' rapidamente e in modo cosi' serio che ritirare fuori queste 'figurine' non fa piu' notizia, molti di loro proprio non hanno nulla da dire.
In fondo hanno un gusto retro'. In pratica sanno di vecchio e i media, nonostante vivano in buona parte di sostegni pubblici, non amano 'indossare capi dall'innegabile profumo di naftalina'.

Le ribombanti dichiarazioni di Brunetta, le stanche parole del Cavaliere, i diktat di D'Alema, gli squilli di tromba dei rappresentanti sindacali, interessano probabilmente soltanto ai loro uffici stampa e alla corte, piu' o meno allargata.

Quello che purtroppo rimane sul groppone di tutti i contribuenti sono le laute prebende in termini di vitalizi, pensioni, diritti per l'intera loro discendenza. Ecco li' il sistema delle leggi create da loro stessi proprio non si rinnova.
Che fare allora? E' compito delle nuove generazioni di politici lavorare in una direzione precisa: porre freno alle tante vergogne che da troppo tempo garantiscono, in molti casi, ingiusti privilegi. Li garantiscono ai tanti che, sotto l'ombrello della  politica, hanno ritenuto per decenni di essere cittadini di classe superiore ai quali deve essere concesso a vita tutto cio' che ai cittadini normali puo' essere serenamente cambiato o cancellato.

Ecco solo con questo impegno i nuovi si garantiranno il rispetto e soprattutto il voto ( quando lo si potra' dare) di un paese e di una generazione che vuole cambiare rotta.

 

Commenti

    Tags:
    politicapolitici

    in vetrina
    Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

    Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

    i più visti
    in evidenza
    Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

    Spettacoli

    Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
    Ecco 'Alle Origini della Bontà'

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

    La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.