A- A+
Tasse & Pensioni
Tasse&Pensioni/ Posso avere il rimborso per gli interessi passivi?

Nuova puntata su Affaritaliani.it della rubrica "Tasse&Pensioni", uno spazio a cura dello studio fiscale tributario e del lavoro Massimiliano Casto che risponderà a tutti i vostri quesiti in materia di fisco e previdenza. Per orientarsi nel difficile mondo della burocrazia e delle leggi scrivete a:
tassepensioni@affaritaliani.it

QUESITO

Sono proprietario di una piccola legatoria e risulto un piccolo artigiano. Ho appena comprato una casa con il mutuo. Volevo sapere se posso fare il 730 e ricevere il rimborso per gli interessi passivi che pago alla banca o sono obbligato sempre a fare il modello Unico. Grazie

                                                                        Daniele Cordini – Belluno

RISPOSTA

Purtroppo Lei non può utilizzare il modello 730 ma è obbligato a presentare il modello Unico. Infatti sono obbligati a utilizzare il modello Unico PF i contribuenti che:

nell’anno precedente (cioè, quello oggetto di dichiarazione) hanno posseduto redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva, redditi “diversi” non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730, plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati, redditi provenienti da “trust”, in qualità di beneficiario

nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia

devono presentare anche una delle dichiarazioni: Iva, Irap, Modello 770 ordinario e semplificato

devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti

Inoltre, anche i contribuenti che utilizzano il modello 730 potrebbero avere la necessità di presentare alcuni quadri del modello Unico Pf (come il quadro RW - Investimenti e attività finanziarie all’estero - Monitoraggio - IVIE/IVAFE).

                                                                               Massimiliano Casto – Noto (SR)

QUESITO

Ho bisogno di una colf ma si trova ancora in Senegal. Mi hanno detto che non posso fare la domanda perché devo aspettare il decreto sui flussi per i cittadini extracomunitari. E’ vero? Come funziona?

                                                                                Alessandro Goretto - Pistoia

RISPOSTA

Ogni anno in Italia viene programmato attraverso il cosiddetto “Decreto Flussi” il numero massimo di lavoratori extracomunitari ai quali sarà concesso il permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Il Decreto entra in vigore quando viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.  Pertanto, il datore di lavoro che vuole instaurare un rapporto di lavoro domestico con un cittadino extracomunitario residente all’estero, deve attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto flussi dell’anno in corso e, a partire dalle scadenze indicate, presentare la domanda di nulla osta al lavoro. La domanda può essere compilata e inviata esclusivamente via Internet. Il Ministero dell’Interno, infatti, ha messo a punto una procedura di invio delle domande che elimina l’obbligo della spedizione postale e richiede, da parte del datore di lavoro, la disponibilità di un computer e di un collegamento internet.

                                                                 Massimiliano Casto – Noto (SR)

QUESITO

Salve, dal prossimo mese di gennaio voglio mettere in regola la mia domestica che attualmente faccio lavorare occasionalmente con i voucher. Da gennaio farà regolarmente due ore al giorno dal lunedi al sabato. Per fare questa assunzione posso andare in qualsiasi Inps o necessariamente a quella di Varese.

                                                                    Giovanni 1958 - Varese

RISPOSTA

A partire dal 29 gennaio 2009 la comunicazione di assunzione deve essere presentata all’Inps entro le ore 24 del giorno precedente (anche se festivo) a quello di instaurazione del rapporto di lavoro. La comunicazione ha efficacia anche nei confronti dei Servizi competenti, del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail), nonché della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo. La comunicazione all'Inps è obbligatoria anche per il periodo di prova, qualunque sia la durata del lavoro, anche se il lavoro è saltuario o discontinuo, anche se già assicurati presso un altro datore di lavoro, anche se già assicurati per un'altra attività, anche se di nazionalità straniera, anche se titolari di pensione. L’obbligo di comunicazione esiste anche in fase di proroga, trasformazione (da tempo determinato a tempo indeterminato oppure in caso di svolgimento dell’attività in una abitazione del datore di lavoro diversa da quella comunicata precedentemente) e cessazione del rapporto di lavoro. In questi casi la comunicazione dovrà essere effettuata entro cinque giorni dall’evento. Inoltre per l'iscrizione e le eventuali variazioni il datore di lavoro domestico, previa identificazione tramite PIN, può, in modo semplificato avvalersi del Contact Center, al numero 803.164 gratuito da rete fissa, o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa prevista dal proprio gestore telefonico o utilizzare l'apposita procedura Internet di compilazione e invio on-line disponibile sul sito internet dell'Istituto (www.inps.it).

                                                                  Massimiliano Casto – Noto (SR)

Tags:
tasse&pensioni730rimborso

in vetrina
Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

i più visti
in evidenza
Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

Chiesa

Nuovo testo per il "Padre Nostro"
Cambia il passo sulla tentazione

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.