Roma, 12 set. (AdnKronos Salute) - L’acqua del lago di Bracciano è pulita: a dirlo sarebbero le controanalisi commissionate dalla commissione nazionale Ambiente dell’Aics (Associazione Italiana Cultura Sport) dopo che i prelievi condotti da Goletta Laghi di Legambiente avevano rilevato limiti di batteri oltre i limiti di legge. I dati verranno presentati sabato 15 settembre al Centro Surf di Bracciano ma, stando a un'anticipazione dei dati, le analisi effettuate a 50 metri da Fosso della Lobbra, Fosso di Grotta Renara, Fosso di Via della Rena a Trevignano ribalterebbero il responso dei prelievi di Goletta Laghi effettuati, invece, proprio in corrispondenza dei fossi: in tutti e tre i casi, i limiti di Escherichia Coli e Colibatteri risultano essere ampiamente sotto i limiti di legge.Nel dettaglio, laddove il limite di legge di Echerichia Coli e di Colibatteri è, rispettivamente, di 1000 e 500 UFC per 100 ml d’acqua, le analisi effettuate a 50 metri dai fossi hanno rilevato una presenza di: 40 UFC di Escherichia Coli e 5 UFC di Colibatteri in corrispondenza di Fosso della Lobbra; 25 UFC di Escherichia e 7 di Colibatteri in corrispondenza di Fosso di Grotta Renara; 10 UFC di Escherichia Coli e 8 di Colibatteri in corrispondenza di Fosso di via della Rena a Trevignano. Le acque, ricorda Aics, non sono comunque balneabili nel raggio di 250 metri dallo sbocco dei fossi. Per questo, Aics Ambiente contesta la modalità dei prelievi effettuati allo sbocco dei fossi da Legambiente, poiché ritenuti "troppo limitati o comunque insufficienti a offrire informazioni utili a identificare eventuali fenomeni che mettono a rischio la qualità delle acque dell’intero bacino o importante parte di esso", fa sapere l'associazione che ha commissionato le controanalisi. "I controlli non saranno mai troppi e dunque ben vengano le attività in prossimità dei fossi della Goletta dei Laghi – spiega Andrea Nesi, responsabile nazionale di Aics Ambiente - ma per dimostrare la validità di un protocollo più mirato a comprendere l’eventuale presenza di un fenomeno che metta a rischio la generale qualità delle acque di un lago, abbiamo commissionato, a un laboratorio accreditato, delle controanalisi basate appunto sul protocollo di prelievo ideato da Aics Ambiente. Ciò ci ha permesso di rendere un’idea più generale della salubrità di quelle acque perché si possa godere a pieno della bellezza di quei posti".Modalità, questa, che Aics Ambiente punta ad 'esportare' agli altri laghi analizzati da Legambiente eseguendo le controanalisi nella prossima edizione, nel 2019, quando a 50 metri da Goletta dei Laghi ci saranno i catamarani azzurri di Aics.In occasione della presentazione pubblica delle controanalisi commissionate da Aicas, la commissione Ambiente organizza, sempre per la giornata di sabato prossimo, un momento di sensibilizzazione ambientale, con il “Rifiuthlon”: la gara di raccolta rifiuti a premi, appuntamento fisso per Aics rivolto, in particolare, ai più giovani. L'appuntamento è organizzato con il Centro Surf di Bracciano, in collaborazione con la Società Nazionale di Salvamento e con il patrocinio di Aics Lazio.

in evidenza
Quando finisce il caldo anomalo Pronta l'irruzione di aria fredda

Cronache

Quando finisce il caldo anomalo
Pronta l'irruzione di aria fredda

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.