Palermo, 31 ago. (AdnKronos Salute) - Inizia a Lampedusa la rivoluzione 'plastic free': come previsto dall'ordinanza sindacale del 2 luglio, da domani 1 settembre scatta nell'isola il divieto di vendita e utilizzo di stoviglie, bicchieri e posate monouso non biodegradabili, così come degli shopper che dovranno essere sostituiti da sacchetti in carta o tela. Ieri intanto, nell'ambito dell'iniziativa 'Liberiamo Lampedusa dalla plastica' promossa dall’amministrazione comunale, è stata presentata al Molo Favaloro l'adesione dei principali supermercati dell'isola, che hanno tolto dagli scaffali e destinato al riciclo tutto il materiale plastico fino ad oggi in vendita.   "E' una data storica per Lampedusa - dice il sindaco Totò Martello - inizia un nuovo percorso di tutela dell'ambiente e dei nostri mari. Ringrazio tutti coloro che si stanno impegnando in questa direzione e faccio appello affinché i cittadini diano il massimo per tenere pulito e vivo il nostro territorio".

in evidenza
Stalker perseguitava la Ferilli Ora ha il divieto d'avvicinamento

Cronache

Stalker perseguitava la Ferilli
Ora ha il divieto d'avvicinamento

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Zaniolo pace con le Iene. De Devitiis si scusa. Rose rosse per mamma Francesca

Zaniolo pace con le Iene. De Devitiis si scusa. Rose rosse per mamma Francesca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.