Roma, 3 set. (AdnKronos Salute) - Duro colpo al ruolo della Gran Bretagna nella valutazione di nuovi farmaci per i pazienti in tutta Europa, a causa della Brexit. L'Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha infatti deciso di tagliare fuori il Regno Unito dai suoi contratti: un fulmine a ciel sereno soprattutto per le aziende farmaceutiche britanniche già in balia della perdita del quartier generale dell'Ema a Londra, in procinto di traslocare ad Amsterdam.Tutti i farmaci venduti in Europa devono passare attraverso un lungo processo di autorizzazione prima dell'uso da parte dei servizi sanitari e l'Agenzia di regolamentazione dei prodotti medici e sanitari (Mhra) in Gran Bretagna ha sempre avuto un ruolo di primo piano in questo lavoro, ottenendo in media negli anni scorsi il 20-30% di tutti i dossier di valutazione nell'Ue. Quest'anno l'Mhra ha 'vinto' solo due contratti, rispetto ai 36 per i quali si era resa disponibile, entrambi già in corso di valutazione. Altro colpo devastante, il fatto che anche i contratti esistenti con l'Mhra verranno riassegnati a uno dei membri dell'Ue.Il presidente dell'Associazione dell'industria farmaceutica britannica, Mike Thompson, ha dichiarato al 'The Guardian' che questa decisione equivale a "guardare una storia di successo che viene demolita. Siamo stati tutti incredibilmente orgogliosi del ruolo della Mhra negli ultimi anni. Si era affermata come uno dei più autorevoli enti regolatori di tutta Europa". L'Ema ha evidenziato di aver preso queste decisioni per l'assenza di garanzie che il Regno Unito continuerà a lavorare con i Paesi Ue nel settore farmaceutico dopo il marzo 2019.

in evidenza
Tre stelle a Mauro Uliassi E' il decimo chef in Italia

Siamo il secondo paese al mondo

Tre stelle a Mauro Uliassi
E' il decimo chef in Italia

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.