Roma, 4 set. (AdnKronos Salute) - Mentre i più fortunati sono alle prese con la scelta di diario, zaino e astuccio, su milioni di studenti italiani di tutte le età incombe l'incubo dei compiti delle vacanze da finire. "Tre milioni e mezzo di alunni dai 6 ai 18 anni devono ancora terminare di studiare e completare temi ed esercizi, che si trascinano da giugno". La stima arriva dal pediatria Italo Farnetani della Libera università degli Studi di scienze umane e tecnologiche di Malta, che precisa all'AdnKronos Salute: "In 400 mila li stanno facendo ora perché li hanno consapevolmente lasciati a settembre, in modo da rinfrescare le proprie conoscenze a ridosso della ripresa delle lezioni". Gli altri, invece, tra un rinvio e l'altro, si sono ridotti agli ultimi giorni. "Inoltre 150 mila studenti devono, o dovrebbero, studiare per colmare delle lacune o prepararsi al nuovo anno", aggiunge il pediatra, da anni fiero oppositore dei compiti delle vacanze. Un impegno che in questi giorni di settembre costringe tantissimi bambini e ragazzi "a rinunciare agli ultimi giorni di giochi all'aria aperta e con i compagni prima della riapertura delle scuole", conclude.

in evidenza
Corona pensa alla politica "Varrei cento volte Salvini..."

Milano

Corona pensa alla politica
"Varrei cento volte Salvini..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Ascolti Tv: Vita in Diretta, abbiamo un problema, Fialdini e Timperi a picco

Ascolti Tv: Vita in Diretta, abbiamo un problema, Fialdini e Timperi a picco

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.