Roma, 13 mar. (AdnKronos Salute) - Se ne parla meno, ma certi rituali tra giovanissimi purtroppo sono duri a morire. Anzi, messi a fuoco dallo smartphone, rinvigoriscono sul web senza subire alcuna censura. Dopo anni stanno ancora là a mostrare in versione live fenomeni come il 'flash indiano', quello che secondo ragazzini di 12-15 anni è "un gioco", una sensazione forte da sperimentare tra amici, ma che in realtà non ha niente di divertente, solo possibili conseguenze pericolose. "L'obiettivo è provocare volontariamente uno svenimento facendo ricorso all'iperventilazione, per poi bloccare l'affluenza del sangue al cervello mediante compressione della carotide", spiega all'AdnKronos Maura Manca, psicologa e presidente dell'Osservatorio nazionale adolescenza, ricordando che la pratica è diffusa tra i teenager anche con il nome di Space Monkey o Funky Chicken. In America, Inghilterra e Canada è chiamata The Choking Game. "Lo fanno per trasgressione, per far salire l'adrenalina, per rinforzare il ruolo all'interno del gruppo dimostrando a se stessi e agli altri coraggio - analizza l'esperta - Una sfida social che non tiene conto delle conseguenze, potenzialmente anche letali. Se non vengono rimossi certi contenuti sul web, si rischia di diseducare tutta una generazione", avverte Manca ricordando che lo svenimento indotto - utilizzato da alcuni ragazzini anche come scusa per non andare a scuola, per evitare un'interrogazione o litigi con i propri compagni - non è una moda del momento, ma risale agli anni '90. Digitando su YouTube flash indiano o Choking game, la ricerca produce migliaia di risultati. "Stiamo parlando di ragazzini di circa 12 anni - osserva Manca - che passano parte del loro tempo in Rete, trovandovi talvolta spunti per 'divertirsi', challenge da imitare". Di fatto, l'emulazione è un pericolo che si ancora facilmente al disagio giovanile. L'ultimo caso a Tivoli dove un 14enne, per provare il Choking Game che aveva visto giorni prima sul web, si è messo intorno al collo un cavo della play station: è stato ritrovato privo di sensi dal padre ed è morto in ospedale. Fatali le lesioni al cervello provocate dall'asfissia causata dalla mancanza d'ossigeno. "Sono capaci di spingersi fino al limite senza rendersi conto dell'effetto delle loro azioni", rileva la psicologa. Ma nel caso dello svenimento indotto "togliere ossigeno al cervello, anche se per pochi secondi, può provocare gravi danni permanenti, oltre al rischio di cadere e farsi male", ricorda la presidente dell'Osservatorio adolescenza precisando che la valutazione fatta da questi giovanissimi è solo oggettiva: 'L'ho visto fare a lui e non gli è accaduto nulla, quindi posso farlo anche io'. Quel che pensano di ottenere è 'beneficiare' dello stato d'euforia alla ripresa dello svenimento. "I preadolescenti - continua l'esperta - hanno una tendenza fisiologica a ricercare sensazioni forti, che li faccia sentire più adulti. Quando invece certe pratiche sono compiute da ragazzi più grandi, allora, se ripetute, possono essere identificate come condotte devianti". Tra l'altro, lo svenimento indotto viene talvolta utilizzato come tecnica di sopruso da parte dei bulli: la vittima viene obbligata a praticarlo davanti a tutti. A maggior ragione, dunque, a fronte di un fenomeno in continua crescita ma difficile da monitorare, "serve un più alto livello di attenzione sul web: alcuni contenuti andrebbero rimossi per non creare rinforzi - insiste Manca - E poi bisogna saper parlare a questi ragazzi, spiegare loro il pericolo di certi comportamenti". L'associazione internazionale Games Adolescents Shouldn’t Play stima che ogni anno negli Stati Uniti a causa del Choking Game o varianti muoiano da 250 a 1.000 giovani. Difficile una statistica precisa, dal momento che molti casi vengono classificati come suicidi.

in evidenza
Renzo Arbore ad Affaritaliani.it "Mi rivedo in Fiorello e poi.."

Spettacoli

Renzo Arbore ad Affaritaliani.it
"Mi rivedo in Fiorello e poi.."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Milan: Quagliarella, Origi e Rashford dopo l'addio a Ibrahimovic

Milan: Quagliarella, Origi e Rashford dopo l'addio a Ibrahimovic

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.