Roma, 11 feb. (AdnKronos Salute) - Cure complementari sì, ma 'di nascosto' dal proprio medico. Una ricerca dell'University of Techology di Sydney e dell'Australian Research Centre in Complementary and Untegrative Medicine mostra che, su tre pazienti che ricorrono alla medicina complementare, uno non lo rivela al proprio medico. Esponendosi però in questo modo a significativi rischi di effetti avversi e problemi dovuti a possibili interazioni fra le terapie. La prima revisione sistematica internazionale condotta dai ricercatori australiani fornisce un aggiornamento sulla prevalenza e le caratteristiche della comunicazione ai 'camici bianchi' da parte di quanti ricorrono alle cure complementari, rispetto alla precedente ricerca condotta nel 2003. "Il dato non è molto cambiato dall'ultima revisione 13 anni fa", afferma Hope Foley, fra gli autori dello studio. E sembra che a influenzare la decisione dei pazienti di parlare con il proprio dottore sia l'atteggiamento del medico, più o meno aperto al dialogo. "L'autonomia e la preferenza del paziente sono caratteristiche importanti della cura centrata sulla persona, da prendere in considerazione da parte degli operatori sanitari insieme agli esiti di sicurezza ed efficacia", scrivono gli autori.

in evidenza
Per la Juve ottavo scudetto di fila Così entra nell'Olimpo europeo

Sport

Per la Juve ottavo scudetto di fila
Così entra nell'Olimpo europeo

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Georgina: "Io e Cristiano Ronaldo? Basta uno sguardo e ci capiamo"

Georgina: "Io e Cristiano Ronaldo? Basta uno sguardo e ci capiamo"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.