Roma, 9 mar. (AdnKronos Salute) - "Niente aumento dei salari, guadagnamo già abbastanza". E' la posizione controcorrente, rispetto alle tradizionali battaglie sindacali, di circa 700 medici del Québec che hanno firmato una petizione online per chiedere al Governo l'annullamento dell'aumento dei salari. A lanciare l'inziativa è stato il gruppo Médecins Québécois Pour le Régime Public (Mqrp) che rappresenta un fetta dei camici bianchi della provincia canadese che lottano per salvare la sanità pubblica. "Noi medici del Québec - riporta la petizione - siamo contrari ai recenti aumenti degli stipendi negoziati dalle federazioni perché crediamo in un sistema pubblico forte e in coscienza non possiamo rimanere indifferenti di fronte alle condizioni di altre categorie come infermieri e amministrativi che hanno subito tagli drastici negli ultimi anni". "Se fossimo stati coinvolti direttamente nella decisione di chiedere un aumento di stipendio - spiega l'associazione Mqrp - molti medici avrebbero votato contro l'incremento dei salari. Una scelta semplicemente imbarazzante in un contesto di austerità e tagli di bilancio alla sanità. Ogni dollaro dato a un medico non è assegnato a un altro operatore sanitario. Vogliamo più equità tra i professionisti che lavorano nel sistema sanitario pubblico, perché questo è il nostro gioiello e il nostro orgoglio. Dobbiamo lottare - concludono - perché a beneficiarne saranno tutti i pazienti".

in evidenza
Per Esselunga Natale da favola Lo firma Armando Testa

Costume

Per Esselunga Natale da favola
Lo firma Armando Testa

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Young Boys-Juventus. Dybala, gol annullato per 'colpa' di Cristiano Ronaldo

Young Boys-Juventus. Dybala, gol annullato per 'colpa' di Cristiano Ronaldo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.