Torino, 11 set. (AdnKronos Salute) - Nessun allarme legionella in Piemonte, dove nei giorni scorsi una signora è deceduta in una clinica torinese dopo aver contratto il batterio con ogni probabilità in vacanza. La rassicurazione arriva dal Seremi, il Servizio regionale che monitora le malattie infettive, che fa sapere come in regione l'incidenza dell'infezione sia bassa e colpisca quasi sempre pazienti affetti da altre patologie croniche.In particolare - rileva il Seremi - nel 2017 in Piemonte ci sono stati 112 casi su 100 mila abitanti, mentre da gennaio a oggi i casi sono stati 113. Ma si tratta di casi sporadici, sottolinea il Servizio epidemiologico, quindi non legati a una fonte comune di esposizione e concentrati  soprattutto nel periodo estivo. Intanto, dalla clinica dove la signora sessantenne è deceduta, fanno sapere che al momento del ricovero la paziente aveva un quadro clinico molto complesso. Durante la permanenza nella struttura la donna è stata  sottoposta ad accertamenti approfonditi, ma le sue condizioni si sono progressivamente aggravate a causa di un'infezione da legionella contratta prima del ricovero.

in evidenza
Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Milan, Alessio Romagnoli: lesione al polpaccio. Out almeno 4 settimane

Milan, Alessio Romagnoli: lesione al polpaccio. Out almeno 4 settimane

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.