Milano, 12 mar. (AdnKronos Salute) - A Milano, su 33 mila iscritti nelle scuole materne e asili nido del circuito comunale, sono in tutto 4 quelli ai quali oggi non è stato consentito l'accesso nelle strutture, perché non in regola con la documentazione sulle vaccinazioni, che andava presentata entro sabato 10 marzo. I bambini in questione si sono presentati stamattina all'orario di apertura delle scuole e sono stati effettivamente rimandati a casa, senza particolari contestazioni da parte dei genitori, secondo quanto riferisce Palazzo Marino. Nella fascia 0-6 anni la legge sull'obbligo vaccinale prevede infatti la non ammissione in nidi e materne in caso di inadempienza, mentre per i ragazzi che frequentano la scuola dell'obbligo (scuole primarie e secondarie), sono previste 'multe' fino a 500 euro. Il Comune di Milano considerava nella fascia 0-6 circa 40 casi 'problematici' - bambini per i quali era stata presentata un'autocertificazione, non seguita poi dai certificati necessari per attestare le vaccinazioni - ma, fra questi, solo per una decina la situazione resta ancora da chiarire: oltre ai 4 rimandati a casa (c'è anche una famiglia che ha dichiarato di non aver avuto tempo per recuperare il certificato vaccinale), ci sono 5-6 bambini non in regola con le carte che erano assenti da giorni e anche oggi non sono arrivati a scuola e per loro le verifiche sono considerate ancora in corso. I restanti - circa una trentina - si sono presentati con i certificati delle avvenute vaccinazioni oppure con una data fissata (c'era chi aveva la prenotazione per oggi stesso). Il Comune precisa che i posti per questi bambini senza documentazione sui vaccini restano bloccati; se, dunque, si presenteranno nei prossimi giorni o mesi con i certificati, verranno riammessi con effetto immediato. Ci sono poi circa 1.200 bambini le cui famiglie, a inizio anno scolastico, hanno provato con diverse modalità (posta certificata o raccomandata) di aver chiesto un appuntamento per i vaccini o di averlo fissato. A loro il Comune non chiede al momento altro e quindi potranno frequentare fino a fine anno.

in evidenza
Carlotta Maggiorana è Miss Italia Dal film con Brad Pitt alla corona

Spettacoli

Carlotta Maggiorana è Miss Italia
Dal film con Brad Pitt alla corona

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.